Cerca

dati

Cna: nei primi 11 mesi del 2015 occupazione pmi +3,3%

Cna: nei primi 11 mesi del 2015 occupazione pmi +3,3%

Roma, 28 dic. (Labitalia) - La crescita dell’occupazione nelle micro e piccole imprese sta superando anche la sfida del 'generale autunno': tra gennaio e novembre l’incremento ha toccato il 3,3% e tra ottobre e novembre l’aumento è stato dello 0,3%. E' il terzo incremento congiunturale consecutivo. Permette alle micro e piccole imprese (Mpi) di chiudere il trimestre autunnale settembre-novembre con un risultato significativamente positivo (+0,9%) che contrasta con la flessione registrata nello stesso periodo del 2014 (-0,4%). Lo rileva l’Osservatorio Mercato del Lavoro, curato dal Centro Studi della Cna, che analizza mensilmente l’occupazione in un campione di 20.500 Mpi con 125mila dipendenti.

Dall’inizio del 2015 l’occupazione ha segnato una variazione cumulata quasi tre volte superiore a quella messa a segno nel periodo gennaio-novembre 2014 (+1,2%).

Nei primi nove mesi del 2015, sotto l’impatto di una ripresa ancora fragile e disomogenea, il tempo determinato è risultato il contratto più rispondente alle esigenze delle Mpi. Il 56% delle nuove assunzioni è stato realizzato proprio con questo tipo di contratto.

In forte accelerazione anche le assunzioni a tempo indeterminato (+9,2% rispetto ai primi nove mesi del 2014). Un’accelerazione che ha compensato quasi per intero le cessazioni con uno scarto del -2,1%. A conti fatti, nonostante otto anni di crisi, le Mpi rimangono tenacemente il presidio del lavoro stabile. A fine novembre, il contratto a tempo indeterminato rimaneva applicato all’81,8 per cento degli addetti.

L’aumento congiunturale dell’occupazione a novembre ha interessato nella stessa misura dello 0,3% uomini e donne. Dall’inizio dell’anno, però, la crescita ha riguardato la componente maschile (+4,6%) in maggior misura di quella femminile (+1,2%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog