Cerca

dati

Aggiornati e sempre on line, in Italia 1,3 mln mTraveller

Aggiornati e sempre on line, in Italia 1,3 mln mTraveller

Milano, 19 feb. (Labitalia) - Sono turisti aggiornati, sempre on line e che per viaggiare, dalla A alla Z, usano lo smartphone. Sono gli mTraveller che in Italia sono circa 1,3 milioni e che valgono ben 835 milioni di euro. A radiografare i turisti da 'mobile' ci ha pensato Amadeus, Gruppo leader nella distribuzione e fornitura di tecnologie per l’industria globale dei viaggi e del turismo, in occasione dell’ottava edizione dell’Osservatorio del Mobile Payment & Commerce promosso dal Politecnico di Milano.

Solo nell’ultimo anno in tutto il mondo sono stati venduti 1 miliardo di smartphone (dato 2015). Questo dato, insieme alle nuove interazioni, evidenzia un significativo cambiamento nel settore turismo, offrendo agli operatori l'opportunità di capitalizzare le esigenze dei viaggiatori proponendo esperienze fluide e personalizzate.

“Ben il 42% dei viaggiatori mondiali oggi sono 'mTraveller', dotati di smartphone -commenta Francesca Benati, ad e direttore generale di Amadeus Italia- che usano sia per pianificare sia per effettuare prenotazioni. Gli stessi viaggiatori riconoscono nel proprio device mobile il miglior strumento sia in fase di ricerca, sia durante, sia al termine del viaggio per condividere elementi multimediali di ricordo con i propri amici. In Italia, si stima che la popolazione sia composta da 1,3 milioni di mTraveller”.

Guardando ai dati europei, il 65% dei viaggiatori ricerca voli dal proprio smartphone, mentre è il 25% che finalizza l'acquisto tramite il dispositivo. Una percentuale che sale leggermente, al 30%, se si tratta di prenotare hotel. Per quanto concerne i viaggiatori italiani, considerata una penetrazione di smartphone del 62%, la ricerca di PhocusWright Traveller Technology Survey svela che il comparto eCommerce relativo al settore turistico ammonta al 24%, su un totale di 1,7 miliardi di euro transati tramite smartphone.

"Questi numeri -continua Benati- sono destinati a crescere in maniera consistente nei prossimi anni. Prevediamo infatti che il 55% delle prenotazioni verrà effettuato via mobile nel vicino 2018. Raccomandiamo agli operatori del settore di essere parte di questa realtà in movimento. Basti informare che in Italia quest’anno il valore del settore nel comparto mobile sarà di 835 milioni, una cifra generata dalla crescita annua del 125% avvenuta rispetto al 2014”.

Mentre nel 2013 i futuri viaggiatori cercavano ispirazione su smartphone ma prenotavano altrove, nel finire del 2015 solamente un quarto dei viaggiatori ha effettuato questo passaggio (26%), evidenziando un crescente apprezzamento da parte dei consumatori dell’esperienza via mobile. Questo trend è reso possibile anche dalla sempre maggiore disponibilità di app, considerato che ben l’82% delle 50 migliori compagnie di viaggio al mondo offre le soluzioni mobile per assecondare la propensione all’uso degli smartphone e tablet dei propri clienti, e nel contempo fidelizzarli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog