Cerca

dati

Concluso il viaggio in Sicilia della delegazione cinese del Cpaffc

Concluso il viaggio in Sicilia della delegazione cinese del Cpaffc

Palermo, 7 mar. (Labitalia) - Si è concluso il viaggio in Sicilia della delegazione cinese del Cpaffc, The Chinese People's Association for Friendship with Foreign Countries. Il tour dell’dell’Associazione per l'amicizia del popolo cinese con l’estero è stato organizzato da Cifa, la Confederazione italiana delle federazione autonome, Eap Fedarcom Regione Sicilia, ente che eroga formazione continua, insieme alle associazioni albergatori della provincia di Messina aderenti a Federalberghi.

Shen Xin, vicedirettore generale del Cpaffc, Yang Yingzi, staff del dipartimento europeo del Cpaffc, Mao Jingxian, produttore di Cctv (la più grande rete televisiva di stato della Cina con circa 800 milioni di spettatori), intenzionato a realizzare reportage sulla Sicilia insieme a due importanti tour operator cinesi, Liu Hui Yuan, Deputy General Manager of Inbound Head Quarter of Cits (China International Travel Service) e Xiaolei Yu, Quality Department Manager of Beijing Capital Airport Tourism Co. Ltd, hanno visitato l’Isola e il suo patrimonio artistico-monumentale.

Scopo del viaggio in Sicilia quello di promuovere i flussi di incoming, contribuendo anche alla formazione degli operatori per accrescere la visibilità e l’efficienza delle imprese locali. La delegazione cinese è stata ricevuta dai sindaci del comprensorio presso il Palazzo Duchi di Santo Stefano di Taormina.

“Abbiamo scoperto luoghi meravigliosi durante il nostro tour - ha affermato Shen Xin, vicedirettore generale del Cpaffc - e abbiamo visto paesaggi incantevoli, un patrimonio artistico-culturale di rara bellezza. Senza dimenticare il calore dei siciliani e la loro gioia. La Sicilia è una vera perla che abbiamo potuto conoscere grazie all’invito del presidente Cifa, Andrea Cafà. Questa nostra visita è sicuramente il primo passo verso una solida cooperazione tra la vostra Isola e la Cina”.

“In questi giorni abbiamo conosciuto in maniera più dettagliata - ha spiegato Andrea Cafà, presidente della Cifa - le esigenze del turista cinese, le sue preferenze. Questo ci aiuterà a capire come rendere più piacevole la sua permanenza in Sicilia. Saranno proprio i rappresentanti di questa delegazione a fornirci richieste dettagliate che ci serviranno a formare nel modo giusto gli operatori turistici siciliani per assicurare l’accoglienza migliore”.

I presidenti delle associazioni albergatori aderenti a Federalberghi - Giovanni Russotti (Giardini Naxos), Italo Mennella (Taormina), Christian Del Bono (Isole Eolie), Pierpaolo Biondi (Letojanni e Val D’Agrò) e Giuseppe Minniti (Messina) - hanno espresso la loro soddisfazione per quella che rappresenta la prima iniziativa comune avviata a seguito della sottoscrizione, in febbraio, di un importante accordo di collaborazione che punta a incrementare le sinergie in ambito provinciale tra gli operatori del settore turistico-ricettivo.

L’idea di organizzare la visita della delegazione cinese a Taormina è nata durante l’Expo a Milano, alla presenza della responsabile dello Sportello Europa delle associazioni albergatori, Floriana Ippolito, che insieme al vicesindaco di Giardini Naxos, Carmelo Giardina, ha incontrato i rappresentanti del Cpaffc. “La città di Taormina - ha detto il sindaco, Eligio Giardina - ha sicuramente tutti i mezzi e i servizi necessari per soddisfare le richieste del turista cinese. Siamo disposti a ricevere ogni utile suggerimento dai rappresentanti dell’Associazione per l'amicizia del popolo cinese con l’estero”.

E nasce proprio con l’intento di rafforzare il legame tra la Sicilia e la Cina l’associazione 'Sicilia Sì Cina'. “Dopo aver conosciuto più da vicino alcuni dei suoi abitanti e sperimentato un avvio di cooperazione - ha spiegato il presidente dell’associazione, Angela Amico - siamo ancora più convinti che valga la pena promuovere cooperazioni, alleanze in ambito culturale, sociale ed economico, ma soprattutto offrire formazione continua per l'accoglienza e la promozione turistica, a opera di docenti e tour operator cinesi”.

A partire dal mese di marzo, infatti, Eap Fedarcom Regione Sicilia avvierà le attività formative (lingua e cultura cinese, front office e accoglienza al turista orientale, organizzazione turistica) per rendere attuale l’analisi dei fabbisogni effettuata durante la visita della delegazione.

Prima di lasciare la città di Siracusa, la delegazione cinese del Cpaffc ha incontrato l’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione Professionale, Bruno Marziano.

Al fine di aumentare le competenze dei giovani disoccupati, in tema di accoglienza dei turisti, Marziano, rivolgendosi al presidente Cifa, Andrea Cafà, ha assicurato che il governo regionale si impegnerà affinchè il sistema della formazione possa garantire progetti per i giovani siciliani, nel settore del turismo. La formazione in questo caso dovrà offrire le competenze necessarie ad assicurare standard elevati nell’accoglienza dei turisti.

Prima di lasciare la Sicilia, infine, la delegazione del Cpaffc ha visitato il Parco dell’Etna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog