Cerca

dati

Ethisphere premia Capgemini azienda più etica al mondo

Ethisphere premia Capgemini azienda più etica al mondo

Roma, 8 mar. (Labitalia) - Capgemini, uno dei più importanti fornitori globali di servizi di consulenza, tecnologia e outsourcing, ha ricevuto per il 4° anno consecutivo il riconoscimento World’s Most Ethical Company da Ethisphere Institute, leader globale nella definizione e nella promozione degli standard che regolano le pratiche di business etiche. Anche quest’anno, Capgemini viene nuovamente riconosciuta fra le 'World’s Most Ethical Company' come prova dell'impegno e delle best practice che, anno dopo anno, dedica al mantenimento di standard etici elevati e di conformità.

Con Capgemini, sono solo 3 le aziende del settore servizi di consulenza ad aver ricevuto questo prestigioso premio, giunto al suo decimo anniversario. Ethisphere premia le società che trasformano i propri princìpi etici in azioni, che lavorano facendo della fiducia una parte consistente del proprio Dna, che modellano gli standard di settore futuri sulle best practice. “Siamo orgogliosi di essere stati premiati da Ethisphere Institute - dichiara Maurizio Mondani, Ceo di Capgemini Italia - per il quarto anno consecutivo. Il futuro della tecnologia, e in particolare dell'Intelligence che sta imponendosi in modo importante, è senza limiti ed è imprevedibile. Pertanto, essere un'organizzazione del settore It e della consulenza, che modella il futuro, richiede un'etica robusta: gli standard etici di Capgemini sono un asset competitivo e hanno ruolo essenziale nel modo in cui contribuiamo a creare il mondo di domani”.

"Le aziende si affidano a Ethisphere per misurare e migliorare continuamente il proprio comportamento. Quelle che dimostrano leadership in aree quali corporate Citizenship, integrità e trasparenza creano maggior valore per gli investitori, le comunità, i clienti e i dipendenti, consolidando un vantaggio di business sostenibile. Congratulazioni a Capgemini per essere fra le World's Most Ethical Company", afferma Timothy Erblich, Chief Executive Officer di Ethisphere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog