Cerca

dati

Con 'Libando' Urban food a Foggia fra vicoli e B2B

Con 'Libando' Urban food a Foggia fra vicoli e B2B

Foggia, 1 apr. (Labitalia) - Partire dalle tradizioni culinarie della terra e far innamorare la gente dei vicoli. Con un occhio al B2B e all'internazionalizzazione. È l’obiettivo di 'Libando Viaggiare Mangiando', il festival del cibo di strada promosso dall'amministrazione comunale di Foggia per il tramite dell’assessorato alla Cultura, in collaborazione con l’associazione Di terra di mare, l'impresa creativa Red Hot e Streetfood, presentato oggi alla stampa nella Sala Giunta del Comune di Foggia alla presenza di giornalisti, chef, produttori, associazioni e pubblico di curiosi.

La terza edizione della manifestazione, che ruota intorno al tema dell’Urban food, mira a raggiungere 100mila presenze, dopo il successo delle prime due che hanno registrato la partecipazione di 40mila persone nel 2014 e 60mila nel 2015. L’evento porterà per quattro giorni, dal 14 al 17 aprile, la cultura e lo street food nel cuore della città di Foggia animando i vicoli e le piazze, in particolare piazza Cattedrale, piazza Mercato, piazza Purgatorio e piazza Cesare Battisti.

"'Libando Viaggiare Mangiando' sta diventando punto di forza dell’offerta culturale in senso lato - ha affermato il sindaco di Foggia, Franco Landella - e di attrazione turistica per la nostra città. Un fattore da non trascurare dato l’effetto-richiamo che questa manifestazione esercita a favore del sistema economico cittadino. La presenza di numerosi chef, le masterclass nelle quali si trasmetteranno i segreti della cucina foggiana, gli stand con specialità di street food provenienti da diverse regioni, sono elementi di forte interesse che non mancheranno di regalarci, anche quest’anno, grandi soddisfazioni in termini di visitatori".

"'Libando' fa rivivere il centro storico e permette di far conoscere Foggia con il suo vestito più bello - ha dichiarato l'assessore alla Cultura, Anna Paola Giuliani , perché durante l’evento sono aperti diversi monumenti come gli ipogei, il museo civico, la chiesa di Santa Maria della Misericordia (nota come chiesa del Purgatorio o dei Morti). E poi durante la manifestazione si ha davvero l’impressione di viaggiare mangiando, grazie alla molteplicità di stand e cibo".

E molteplici sono anche gli appuntamenti in programma per la terza edizione di 'Libando' che, come ha detto il presidente della commissione Cultura, Antonio Vigiano, "è in grado di unire attraverso un unico evento tutte le generazioni". Infatti, la manifestazione prevede anche laboratori per bambini, a cura del Teatro del Pollaio, che si terranno in piazza Purgatorio, e rivolge un’attenzione particolare alle famiglie grazie alla collaborazione con la Prénatal di Foggia che metterà a disposizione il punto allattamento e fasciatoio (osservando l’apertura straordinaria domenica 17 aprile dalle 16,30 alle 20,30).

Non mancherà la musica con le street band pugliesi che creeranno un vero e proprio evento nell’evento. "Vogliamo spingere Foggia nei circuiti nazionali strutturando un ricco cartellone di eventi", ha spiegato il dirigente del settore Cultura del Comune, Carlo Dicesare, che ha aggiunto: "Quest’anno 'Libando' è tra gli eventi selezionati per la campagna Pasqua in Puglia 2016 attuata da PugliaPromozione che ha visto Foggia presente sui totem delle grandi stazioni". Nel ricco programma della manifestazione, spiccano due novità importanti: il B2B e 'Le mamme del vicoli'.

"Vogliamo insegnare ai produttori come portare i loro prodotti all’estero, e per questo sabato 16 aprile ci sarà una masterclass dal titolo 'Orientamento al mercato estero' - ha raccontato la presidente dell'associazione 'Di terra di mare' e ideatrice di 'Libando', Ester Fracasso - e poi, per la prima volta durante un evento, l’offerta dei prodotti del nostro territorio incontrerà la domanda grazie ai buyers provenienti da Londra".

"'Libando' - ha proseguito - sarà scambio, cultura, riqualificazione e riscoperta di luoghi del centro storico, grazie anche alla cena sociale con 'Le mamme dei vicoli', una cena a numero chiuso che vedrà le mamme del centro storico vestire i panni da chef mettendo a disposizione le loro conoscenze e abilità culinarie. 'Libando Viaggiare Mangiando' è diventato un luogo in cui la cultura del cibo veicola tanto altro".

Saranno ben 24 gli chef, di cui due stellati, protagonisti delle masterclass in piazza Cesare Battisti, che proporranno piatti legati al tema Urban food, utilizzando esclusivamente prodotti del nostro territorio. Non mancheranno la tavola rotonda organizzata in collaborazione con Symbola, a cui prenderanno parte chef e architetti di fama nazionale e la presentazione del libro 'Sorbillo, la pizza di Napoli' di Francesco Aiello.

La terza edizione della manifestazione vede la partecipazione anche di sponsor privati, come Tamma, grazie ai quali sarà possibile allestire uno stand in piazza Cesare Battisti con una cucina professionale. "E poi - ha aggiunto Maria Pia Liguori, project manager di 'Red Hot' e co-organizzatrice di 'Libando' - l’evento ha l’ambizione di diventare un contenitore di idee e progetti, ed è per questo che durante 'Libando' verrà lanciata la nuova app Refless, nata da Startup Weekend Foggia".

"Si tratta di una piattaforma innovativa attraverso cui fotografi, sia professionisti che amatoriali, saranno geolocalizzati in una mappa interattiva che comprenderà anche le delizie enogastronomiche presenti a 'Libando'", ha spiegato il founder di Refless, Michele Antonetti.

Anche quest’anno ci sarà 'Aspettando Libando', la serata/evento in programma giovedì 7 aprile, durante la quale sarà possibile degustare, nei ristoranti di Foggia, Lucera, Manfredonia, Cerignola, Troia e Orsara che aderiscono all’iniziativa, il menù sul tema Urban food. 'Libando, viaggiare mangiando' vanta il patrocinio di Regione Puglia, PugliaPromozione, Fondazione Symbola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog