Cerca

dati

Da sanità integrativa a 'maggiordomo aziendale', tutto a portata di clic con MyWelfare

Da sanità integrativa a 'maggiordomo aziendale', tutto a portata di clic con MyWelfare

Genova, 12 apr. (Labitalia) - Un portale innovativo per la gestione dei flexible benefits, ossia quegli interventi per favorire la diffusione del welfare aziendale, previsti anche dalla legge di stabilità. E' MyWelfare, il nuovo strumento on line messo a disposizione da Qui! Group e dalla sua società specializzata in soluzioni di welfare, Welfare Company, per rispondere alle esigenze sempre più presenti delle aziende di potenziare o introdurre piani di welfare per i propri dipendenti, usufruendo anche delle novità e delle semplificazioni introdotte.

MyWelfare è una piattaforma su misura delle esigenze del dipendente, aggiornata secondo le disposizioni contenute nella legge di stabilità e nel successivo decreto attuativo, che sfrutta tutte le opportunità offerte dalla normativa fiscale.

Il portale web MyWelfare, integrato con tutti i servizi a valore aggiunto di Qui! Group, dà la possibilità alle aziende di introdurre piani di welfare al proprio interno, esternalizzando la gestione dei servizi al dipendente, che viene seguita interamente da Welfare Company. Questo permette alle imprese di risparmiare tempo e risorse nelle attività amministrative e, nel contempo, di garantire a ogni singolo collaboratore un piano di welfare su misura.

Tramite il portale MyWelfare, i dipendenti possono accedere a un’ampia scelta di servizi e decidere in autonomia come utilizzare il proprio welfare wallet. E’ possibile infatti accedere a numerosi servizi per la conciliazione famiglia-lavoro (asili nido, baby sitter, campus), attività formative (rimborso dei costi per l’istruzione dei figli, libri scolastici,), ricreative (viaggi, sport, cultura, tempo libero), assistenza sanitaria integrativa e servizi di people care.

Attraverso MyWelfare, inoltre, il dipendente può accedere a una serie di servizi a valore aggiunto ideati da Qui! Group. Il 'borsellino' può essere utilizzato ad esempio per l’acquisto dei buoni acquisto MyVoucher (totalmente detassati e interamente deducibili), spendibili nella rete di esercizi convenzionati, o per l’acquisto di una welfare card, la carta multifunzione prepagata MasterCard, collegata al circuito di loyalty TornaQui! Sconti, che permette di accedere a sconti fino al 40% in 30mila negozi in Italia.

E che grazie al suo sistema cash-back (che riaccredita il risparmio sulla carta) permette a chi la utilizza di recuperare mediamente 250 euro l’anno, aumentando il potere d’acquisto. MyWelfare è anche collegato a Qui! Coupon, la piattaforma di social shopping di Qui! Group che propone offerte personalizzate e geolocalizzate con sconti fino al 90%.

"Anche grazie al nuovo regime fiscale introdotto con la legge di stabilità, in Italia -commenta Gregorio Fogliani, presidente di Qui! Group- stiamo assistendo a una straordinaria crescita del settore del welfare. Sempre più aziende hanno preso coscienza del fatto che offrire servizi al dipendente è un'ottima opportunità su tutti i fronti: rende più semplice la conciliazione vita-lavoro delle persone, migliora il clima di lavoro, aumenta la presenza femminile e la produttività oltre ad aumentare il potere d’acquisto dei lavoratori con ricadute positive su tutta l’economia oltre che sul benessere personale. Usufruendo dei benefit più diffusi, il potere d’acquisto del dipendente aumenta di un importo pari a uno stipendio in più".

La piattaforma MyWelfare fa parte dell’offerta dedicata alle aziende, che comprende anche i MyVoucher, voucher per i servizi alla persona, utilizzabili, come indicato nell’ultima legge di stabilità, per l’acquisto di servizi di assistenza e people care e totalmente tax free fino a una soglia di 2.000 euro (2.500 in caso di coinvolgimento paritetico dei lavoratori). Tra gli strumenti ideati dal Gruppo, anche MyTime, il Maggiordomo Aziendale per il disbrigo di pratiche e servizi (pulizie domestiche, servizio lavanderia, servizio baby sitting).

Qui! Group, leader italiano nei titoli di servizio per il welfare aziendale e sociale, nei sistemi di pagamento e nei circuiti loyalty, ha chiuso il 2015 con 650 milioni di euro di fatturato. Il Gruppo, con 1.300 risorse tra dipendenti e collaboratori, conta oltre 7mila aziende clienti e 20 milioni di utenti complessivi dei propri servizi. Ha una rete di oltre 180mila esercizi convenzionati e 15milioni di carte elettroniche attive nei programmi di fidelizzazione cash-back. Nel 2012 nasce Welfare Company, società del Gruppo specializzata in soluzioni di welfare aziendale e sociale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400