Cerca

lombardia/milano

Giochi on line, introiti per Stato valgono 205 mln euro

Giochi on line, introiti per Stato valgono 205 mln euro

Milano, 20 apr. (Labitalia) - Gli introiti del gioco on line per lo Stato sono aumentati in maniera più che proporzionale rispetto alla spesa, crescendo del 23% rispetto al 2014 e arrivando a valere circa 205 milioni di euro. Ciò lo si deve ai differenti schemi di imposizione fiscale a cui sono soggetti i singoli giochi. E' quanto emerge dalla fotografia scattata dall’Osservatorio Gioco Online del Politecnico di Milano, promosso congiuntamente con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e Sogei, la società in house di Ict del ministero dell’Economia, partner tecnologico dell’Agenzia nel comparto del gioco.

“Dal punto di vista normativo -afferma Francesco Rodano, dirigente responsabile del gioco a distanza dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli-Area Monopoli- la legge di Stabilità ha di fatto cambiato il quadro impositivo del settore del gioco online con il passaggio ad aliquote basate sulla Spesa per tutti i principali giochi, con evidenti effetti positivi derivati dalla maggiore competitività dei concessionari italiani nei confronti di quelli '.com' non soggetti a imposizioni fiscali”.

“Nella stessa direzione -sostiene- va anche il provvedimento relativo all’apertura di un bando di gara per 120 nuove concessioni di gioco a distanza. Per partecipare al bando sarà richiesta la sede legale o operativa, nonché la residenza delle infrastrutture tecnologiche dedicate alle attività del gioco a distanza, in uno degli Stati dello Spazio economico europeo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog