Cerca

dati

Luce senza fili disponibile ovunque, arriva la lampada pret à porter

Luce senza fili disponibile ovunque, arriva la lampada pret à porter

Roma, 28 apr. (Labitalia) - Un nuovo concetto di luce senza fili, da usare e trasportare ovunque. Insomma, una lampada pret à porter. A idearla Nimbus Group, che si dimostra ancora una volta all’avanguardia nel settore dell’illuminazione: a Light + Building 2016, infatti, il gruppo di Stoccarda ha presentato gli ultimi prodotti in grado di garantire fino a 100 ore di luce senza dover dipendere dalla rete elettrica. Quindici anni fa il fondatore e Ceo di Nimbus Group, Dietrich F. Brennenstuhl, concepì l'idea di illuminare interi edifici attraverso diodi emettitori di luce e fu il primo nel settore a trasformare questa visione in realtà. Brennennstuhl raggiunge ora un nuovo traguardo, combinando Led ad alta efficienza energetica a batterie dalla tecnologia avanzata.

Il concetto di una luce senza fili, disponibile in qualsiasi momento e luogo, si traduce in una serie di lampade facilmente trasportabili caratterizzate non solo da alta qualità e design accattivante, ma anche da un’innovativa modalità di ricarica: "Nelle nostre lampade senza fili il processo di ricarica non è un’incombenza noiosa, ma qualcosa di divertente", afferma Dietrich F. Brennestuhl.

La nuova lampada da tavolo e da lettura Roxxane Leggera CL dimostra perfettamente come funziona il processo di ricarica: è sufficiente avvicinare la lampada al dispositivo magnetico di caricamento perché questa si colleghi alla rete elettrica. Un clic indica che il collegamento è avvenuto con successo. Disconnettere Roxxane Leggera CL al termine del processo di ricarica risulta ugualmente semplice: basta esercitare una piccola pressione con le dita sulla superficie di caricamento e sollevare leggermente la lampada.

Roxxane Leggera CL (CL sta per 'cableless light', ovvero luce senza fili) può inoltre essere ricaricata in modo standard attraverso una porta Usb-C. A batteria completamente carica la lampada assicura fino a 100 ore di luce (dai 400 ai 600 lumen, oppure 800 lumen in modalità 'boost'), a seconda del tipo di intensità luminosa selezionato. Un display di facile consultazione integrato nella base della lampada mostra il livello di carica e fornisce in maniera costante, ma discreta, le informazioni relative allo stato della batteria. Se necessario, è possibile collegare e ricaricare dispositivi mobili, come smartphone o Pc tablet, attraverso un ulteriore ingresso Usb integrato nella base della lampada. In questo modo, si potrà decidere in tutta libertà dove sedersi per trascorrere la serata, lasciando che il proprio smartphone si ricarichi mentre ci si rilassa.

In fatto di estetica, la minimalista Roxxane Leggera CL, progettata da Rupert Kopp, costituisce l'archetipo delle soluzioni di illuminazione mobili. La lampada è dotata di un corpo che emerge formando un angolo di 15 gradi con la base, in cui sono collocate batteria ed elettronica. Saldamente fissato al corpo troviamo il supporto per il sollevamento, l'elemento di design più solido dell'intera lampada.

"La forma di questa lampada rende immediatamente riconoscibile all’occhio di chiunque la natura portatile della stessa", spiega Dietrich F. Brennenstuhl. "Una lampada deve essere leggera per poter essere trasportata con facilità, ad esempio, dal salotto alla terrazza”, aggiunge Brennenstuhl ed è per questo che la versione da tavolo della lampada Roxxane Leggera CL pesa poco più di 1 Kg, mentre la versione da lettura raggiunge il kilo e mezzo. La testa manovrabile è un'altra caratteristica di Roxxane Leggera CL, una lampada dal peso davvero contenuto. Grazie alla giunzione triassiale, la testa può essere inclinata di 270 gradi ed è dotata di un sensore per il controllo gestuale posto sulla sua parte superiore. La lampada è disponibile nei colori bianco, nero, grigio e bronzo.

Fondata nel 1988 dall’architetto Dietrich F. Brennenstuhl, l’azienda Nimbus Group, con sede nei pressi di Stoccarda, ha sempre avuto un approccio 'unico e singolare' al mondo dell’illuminazione e del progetto, permettendole quindi di esplorare nuove strade. Prima azienda in assoluto a credere e puntare sulla tecnologia a Led, Nimbus Group ha così conquistato un importante vantaggio competitivo a livello internazionale.

Dal 2006 l’azienda ha realizzato circa 8.000 progetti di illuminazione a Led in tutta Europa, accumulando un vasto bagaglio di esperienze, che spaziano dall’allestimento di abitazioni private, studi medici, scuole e sale riunioni, fino alle sedi centrali di grandi aziende quali Unilever ad Amburgo, Adac a Monaco e la sede principale di Wto a Ginevra. Nel gennaio 2015, Nimbus Group ha convertito il suo intero portfolio alla tecnologia a Led abbandonando la produzione di soluzioni di illuminazione convenzionale.

Nimbus esprime la propria forza innovativa anche grazie ai marchi Rosso e Rossoacoustic realizzando sistemi altamente versatili di schermatura della luce e sistemi divisori di stanza con assorbimento acustico, e in particolare sistemi acustici integrati nella cui progettazione confluiscono le più recenti innovazioni della ricerca scientifica e tecnologica. Il Gruppo Nimbus Group conta attualmente 160 collaboratori, è membro del 'German Design Council' e membro fondatore del 'German Sustainable Building Council'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog