Cerca

dati

A scuola la Toscana racconta i mestieri dell’olio, sul podio a 'Bimboil'

A scuola la Toscana racconta i mestieri dell’olio, sul podio a 'Bimboil'

Firenze, 17 mag. (Labitalia) - La Toscana ancora protagonista a 'Bimboil', l'iniziativa dedicata ai mestieri dell’olio. Dopo il primo posto di una scuola di Pienza nella scorsa edizione, quest’anno è la classe 5°A dell’Istituto Comprensivo Leonardo da Vinci - plesso scuola primaria - di Abbadia San Salvatore - Castiglion d’Orcia (Siena) ad aggiudicarsi la medaglia di bronzo - un terzo posto quindi - nella 14ma edizione del programma di educazione alimentare promosso dall’Associazione nazionale Città dell’Olio e rivolto alle scuole primarie, che quest'anno ha coinvolto complessivamente 74 scuole distribuite in 60 comuni, 379 classi e 6.596 bambini.

La scuola toscana si è aggiudicata il premio con un lavoro che la giuria ha giudicato corale e armonico, curato nella realizzazione e nella capacità di utilizzo della tecnica, con approfondimento degli argomenti che richiamano la storia e la mitologia.

“Le nostre scuole rispondono sempre con entusiasmo a questa bella iniziativa promossa dalle Città dell’Olio e ciò, al di là dei risultati, ci riempie di orgoglio. Quest’anno, come lo scorso anno, siamo nuovamente sul podio ed è un risultato che ci fa ancora più onore", ha commentato Marcello Bonechi, vicepresidente vicario dell'Associazione nazionale Città dell'Olio e coordinatore regionale delle Città dell’Olio toscane.

"Non vediamo l’ora di premiare i nostri bambini - ha aggiunto - perché sappiamo che per loro è un momento molto speciale. Registriamo anche che la qualità degli elaborati è sempre più alta, e ciò denota un lavoro molto serio fatto dalle maestre per far nascere nei bambini una nuova consapevolezza: l’olio, il paesaggio ma anche i mestieri legati a questo mondo sono beni preziosi che abbiamo il dovere di salvaguardare. Se lo insegniamo ai nostri bambini fin da subito, loro saranno gli ambasciatori delle nostre eccellenze e del nostro territorio”.

Il primo posto sul podio è andato alla Puglia con la classe 5 C dell’Istituto Comprensivo Perotti-Ruffo di Cassano delle Murge (Bari). Medaglia d’argento alla Sicilia e alla classe 1° dell’Istituto Comprensivo S.A.Guastella - Plesso Roccazzo di Chiaramonte Gulfi in provincia di Ragusa. Sono state assegnate anche due menzioni di merito alla classe 4°A dell’Istituto Comprensivo Padre Pio da Pietralcina di Pisticci (Matera) e alla classe 5 dell’Istituto Comprensivo Falerone scuola primaria di Piane di Falerone (Fermo).

Al centro di questa edizione di 'Bimboil' c’erano i mestieri dell’olio. I bambini hanno raccontato non solo il paesaggio e le piante di olivo ma anche e soprattutto la quotidianità di olivicoltori, frantoiani e degustatori attraverso la realizzazione di Francoboil, una serie di valori bollati (in forma di bozzetti per francobolli,) celebrativi della cultura e dei mestieri coniugati tra passato e presente e in dialogo con il territorio. La scelta dei materiali e delle tecniche è stata libera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog