Cerca

dati

Piazzalunga (Assilea): "Inizio 2016 positivo per immobiliare non residenziale"

Piazzalunga (Assilea): "Inizio 2016 positivo per immobiliare non residenziale"

Roma, 25 mag. (Labitalia) - "Vediamo che il mercato è riuscito a presentare una stabilità, a confermare i dati del 2014 che, con i benefici inseriti dalla legge di stabilità 2014, aveva avuto una grandissima accelerazione. Il 2015 è stato un anno di conferma di questi dati e il 2016 si apre con uno scenario positivo nel senso che abbiamo dei numeri in crescita, sia sul fronte delle transazioni che degli ammontare dei volumi complessivi. Quindi è un inizio anno all'insegna della positività". Così Corrado Piazzalunga, presidente di Assilea, commenta i dati del Rapporto sul mercato immobiliare non residenziale realizzato dall'Agenzia delle Entrate in collaborazione con Assilea, e presentati oggi a Roma.

"Il 2015 è stato sicuramente -rimarca Piazzalunga- la base su cui costruire qualcosa di positivo. Il 2015 è stato caratterizzato da andamenti differenti nel senso che al proprio interno ci sono stati settori che hanno avuto trend differenti. Il settore commerciale è stato quello che ha registrato i risultati più interessanti, quello industriale piuttosto che direzionale hanno avuto un po' di rallentamento. Con il 2016 però -sottolinea Piazzalunga- vediamo una positività un po' più diffusa".

E in particolare per il leasing le prospettive sono buone: "Il leasing -spiega Piazzalunga- sta andando molto bene. I benefici fiscali che il settore ha messo a disposizione dei propri clienti sono 'esplosi' nell'ambito del 2014, si è continuato con una crescita a doppia cifra nel 2015 e la stessa cosa si sta verificando con l'apertura del 2016".

"Per quanto riguarda l'immobiliare -spiega il presidente di Assilea- abbiamo la novità del leasing abitativo e pensiamo che questa possa essere una chiave di interpretazione già dal corrente anno anche della parte dell'immobiliare destinata al consumatore privato. Abbiamo un mercato potenziale di un milione di persone, 200mila giovani sotto i 35 anni con reddito fino a 55mila euro che beneficiano di un supporto di detrazione fiscale molto interessante. E questo tipo di beneficio prosegue anche per chi ha più di 35 anni ma un reddito, al momento della sottoscrizione dell'operazione, inferiore ai 55 mila euro".

"Sono benefici -conclude- che rendono il prodotto leasing particolarmente competitivo se paragonato al più tradizionale mutuo ipotecario".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog