Cerca

dati

A S.Vito Lo Capo il Cous Cous Fest celebra il 'piatto della pace'

A S.Vito Lo Capo il Cous Cous Fest celebra il 'piatto della pace'

Trapani, 13 set. (Labitalia) - Una festa di sapori e civiltà che accoglie e valorizza le differenze e celebra il cous cous come piatto della pace, elemento di congiunzione tra le tradizioni gastronomiche di tanti paesi del mondo. E’ il Cous Cous Fest, il Festival internazionale dell’integrazione culturale la cui 19ma edizione si svolge dal 16 al 25 settembre, a San Vito Lo Capo (Trapani). Intorno al cous cous, piatto povero ma diffuso in tutto il mondo nelle diversi varianti territoriali, si incontrano a San Vito Lo Capo, nella Sicilia nord occidentale, dieci paesi diversi all’insegna dell’integrazione e dello scambio.

Una gara gastronomica tra chef di 10 paesi, momenti di approfondimento dedicati ai cous cous del mondo, incontri culturali e sfide di cucina sono solo alcuni degli ingredienti di una manifestazione che mette in scena anche la musica e lo spettacolo con grandi artisti e concerti gratuiti sotto le stelle.

“La rassegna è il fiore all’occhiello del nostro territorio - spiega Matteo Rizzo, sindaco di San Vito Lo Capo - e ha tagliato traguardi importanti con una storia lunga 19 anni, premi e riconoscimenti. Oggi l’evento è uno dei maggiori del panorama nazionale e riesce ad attirare, in un periodo di bassa stagione, oltre 200 mila visitatori con ricadute reali nel nostro comprensorio”.

Sei gli chef in gara sabato 17 e domenica 18 settembre a San Vito Lo Capo, cucinando le loro ricette a base di cous cous nell’ambito del Campionato italiano di cous cous Bia, intitolato all’azienda leader nella produzione di cous cous, main sponsor dell’evento. I sei concorrenti sono stati selezionati attraverso un contest su tutto il territorio nazionale e si sfidano per entrare a far parte della squadra 'azzurra' partecipante al Campionato del mondo del cous cous. A giudicare le ricette due giurie: una popolare - formata da 140 persone - e un’altra tecnica presieduta da Stefania Berbenni, giornalista di Panorama, e composta da chef, esperti e giornalisti del settore.

Laura Faienza da Milano presenta Cous Cous Labù, un cous cous con cozze, pomodori confit, gel di ricotta salata, colatura di alici e crema velluto di broccoli; Federico Floris di Gonnesa (Carbonia Iglesias) porta in gara Le due isole, un cous cous con verdure, pesce, frutti di mare, crema di fichi e mousse di ricotta di bottarga di muggine. Salvatore Lipari e Roberto Marino vengono da Palermo: il primo con la ricetta Verde mare e giallo sole, un cous cous a base di tenerumi, seppie, tonno, cozze, gamberoni, pomodorini e caviale, mentre Roberto Marino gareggia con un cous cous di gamberi rossi con maionaise di pomodoro al lime e pesto al finocchietto.

Si chiama Cous cous degli estensi la ricetta di Simone Nerini da Ferrara, a base di gamberi di Mazara, maionaise di pomodoro al lime e pesto di finocchietto. Alberto Sanna da Samassi nel Medio Campidano presenta, infine, Black&Yellow, un cous cous con seppia, gamberi viola, cipolla di Tropea e zenzero.

La gara gastronomica internazionale, cuore della rassegna, è la sua anima più allegra e colorata. Nelle cucine di San Vito Lo Capo si incrociano lingue, culture e religioni diverse all’insegna della multiculturalità e dell’integrazione culturale attraverso il cibo. Dieci paesi del mondo si sfidano al Cous Cous Fest tra ricette, sorrisi e cultura e quest’anno per la prima volta anche l’Angola e il Perù.

Ancora, grandi chef propongono le loro ricette d’autore al pubblico della rassegna che potrà degustare i piatti, serviti al tavolo, in abbinamento ai migliori vini siciliani. Momenti di vero piacere culinario raccontati dal vivo dagli stessi protagonisti, tra curiosità, aneddoti e piccoli segreti tra i fornelli. Tra i protagonisti di quest’anno, Filippo La Mantia, Sonia Peronaci, Claudio Sadler, Giancarlo Morelli e Giorgione, oltre, per la prima volta a San Vito, a Sergio Barzetti (Mr Alloro).

Nelle tradizionali 'Case del cous cous' a disposizione oltre 30 ricette. Al villaggio gastronomico, aperto dalle 12 alle 24, anche i dolci più golosi della tradizione siciliana, abbinati ad etichette selezionate. All’expo village, dalle 12 alle 24, un coloratissimo mercato. Chef, giornalisti, esperti e ospiti internazionali protagonisti di 'Café le cous cous', il tradizionale appuntamento con i talk show del Cous Cous Fest. Infine, la sera esplode la musica a San Vito Lo Capo con Cous Cous Live Show, con l'esibizione di Alvaro Soler, Annalisa, Luca Carboni, Edoardo Bennato, Giusy Ferreri e tanti altri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog