Cerca

lazio/frosinone

Dphar-Invitalia, 48,7 mln investimenti nello stabilimento di Anagni

Dphar-Invitalia, 48,7 mln investimenti nello stabilimento di Anagni

Frosinone, 29 set. (Labitalia) - Dphar spa ha firmato il contratto di sviluppo con Invitalia per realizzare investimenti nello stabilimento di Anagni (Frosinone), in località Contrada Fontana del Ceraso. L’accordo è stato siglato da Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia e Fabio Ruzzini, amministratore delegato di Dphar.

Il programma di sviluppo industriale firmato da Dphar prevede l’ampliamento della gamma dei prodotti aziendali attraverso: la produzione di un nuovo antibiotico; l'incremento della capacità produttiva relativa a un additivo per mangimi animali e ad un enzima destinato all'industria della carta; interventi volti al miglioramento dell’efficienza energetica ed alla riduzione dell’impatto ambientale delle produzioni.

L’investimento complessivo è di 48,7 milioni di euro, di cui 21 concessi da Invitalia (di cui 4,3 milioni a fondo perduto a valere su fondi stanziati dalla Regione Lazio e 16,7 di finanziamento agevolato).

Il progetto prevede a regime, nel 2018, un incremento occupazionale di 60 addetti attingendo, ove possibile, dal bacino dei lavoratori provenienti dalla società VDC Technologies.

“Questo investimento è particolarmente importante dal nostro punto di vista -ha commentato l’amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri- in quanto rafforza un’impresa innovativa in un territorio che nel passato ha vissuto una crisi produttiva e sociale rilevante. Di conseguenza va sottolineata particolarmente la convergenza tra il Governo, la Regione Lazio e Invitalia nel concreto perseguimento di traiettorie di sviluppo del territorio e di superamento delle crisi che lo affliggono. Auspichiamo che questa convergenza possa ripetersi ancora, anche in altre aree del Paese”.

Per l’amministratore delegato di Dphar, Fabio Ruzzini "si tratta di un investimento molto importante per il Gruppo Acs Dobfar, che ancora una volta dimostra una particolare attenzione per l"azienda Italia', contribuendo in maniera importante allo sviluppo del territorio. Sottolineiamo, inoltre, la necessità che la tempistica del Contratto di Sviluppo possa essere coerente con quella della realizzazione degli investimenti”.

Gli assessori della Regione Lazio allo Sviluppo economico e attività produttive Guido Fabiani e al Lavoro, pari opportunità e personale Lucia Valente hanno espresso grande soddisfazione per la firma del contratto di sviluppo tra Dphar spa e Invitalia che permette, con un investimento complessivo di oltre 48 milioni di euro ad un territorio che è appena stato riconosciuto come area di crisi industriale complessa, di tornare a crescere sia dal punto di vista industriale sia dal punto di vista occupazionale.

"La firma del contratto di sviluppo -hanno chiarito- è un ulteriore tassello di un percorso iniziato insieme al Governo con la firma dell’Accordo di programma SLL Frosinone-Anagni. Oltre che per gli investimenti e lo sviluppo di una zona che, con le giuste mosse, può tornare a crescere, vogliamo sottolineare la nostra soddisfazione per la clausola sulla scelta anche di lavoratori che provengono dalla società VDC Technologies, per i quali è scaduto o sta per scadere ogni tipo di sostegno al reddito. Da ultimo un ringraziamento alla società Dphar e ad Invitalia: tutti insieme, con buone politiche pubbliche a sostegno delle imprese, possiamo tornare a crescere come territorio e come Regione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog