Cerca

sicilia/palermo

Sicilia: Manageritalia, +60% contratti di rete in un anno

Sicilia: Manageritalia, +60% contratti di rete in un anno

Palermo, 9 nov. (Labitalia) - Nel corso dell’ultimo anno, le aziende siciliane che hanno attivato contratti di rete sono passate da 240 a 386 (+60%). E' quanto emerso nel corso dell'incontro 'Il manager del business collaborativo. Indagine sui contratti di rete', in cui si è partiti dai risultati di un’indagine realizzata a livello nazionale da Manageritalia (Federazione manager del terziario) e Obiettivo 50 (Associazione di servizi alle pmi) su un campione di centinaia di aziende che hanno dato vita a un totale di 92 contratti di rete localizzati in Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige, Lazio, Molise, Abruzzo, Umbria, Sardegna e Sicilia.

Una fotografia su quanto successo in seguito all’emanazione della legge sui contratti di rete avvenuta nel 2009. Per valutare i vantaggi derivati per l’attività e la competitività delle imprese e presenza e ruolo per i manager di rete.

Le aziende siciliane aderenti a contratti di rete, con riferimento ai dati dell’ultimo anno (ottobre 2015 su ottobre 2016), crescono dunque passando da 240 a 386 (+60%), con un tasso di crescita superiore a quello riscontrato a livello nazionale (+33%); Catania fa la parte del leone con 125 aziende in rete, Ragusa 56, Palermo 36 e le altre province circa una ventina ciascuna. Da notare come le province siciliane e la Regione stessa siano invece all’ultimo posto in Italia come percentuale delle imprese in rete sul totale delle imprese registrate, evidenziando un totale di 0,74 imprese in rete ogni 1000 registrate.

La quarta tappa del roadshow a livello nazionale (dopo Cagliari, Pescara e Perugia) è a Palermo. Grazie alla forte collaborazione di tanti rappresentanti del mondo produttivo, qui si svolge un workshop per presentare i risultati della ricerca e ascoltare gli stakeholder del territorio. Per fare il punto e dare ancora maggior slancio agli effettivi punti di forza e vantaggi che i contratti di rete possono innescare nel tessuto produttivo del territorio.

La ricerca ha evidenziato, tra le altre cose, come le reti dichiarino che con il manager di rete, le reti funzionano meglio, e che il manager di rete, laddove presente (26% delle reti intervistate), si sia occupato prevalentemente di facilitare i rapporti tra i soci.

Inoltre, la ricerca ha evidenziato come i rapporti con le banche siano rimasti sostanzialmente uguali a quando le aziende erano non in rete.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog