Cerca

dati

'Biteg 2016', si chiude con oltre 1.500 contrattazioni

Cuneo, 15 nov. (Labitalia) - Ripartiranno oggi, dopo giornate dense di incontri, i numerosi operatori giunti da ogni parte del mondo per la 17esima edizione di 'Biteg - Borsa Internazionale del Turismo Enogastronomico.' Il più importante evento italiano dedicato ai viaggi del gusto è stato ospitato quest'anno al Castello Malabaila di Canale d’Alba (CN), capitale del Roero, nella cornice autunnale dei paesaggi vitivinicoli Patrimonio dell’Umanità.

Più di 1500 le contrattazioni andate in scena nelle due giornate di lavoro, che hanno visto l’incontro fra 100 operatori in arrivo dalle diverse regioni d’Italia e oltre 40 'buyer' internazionali giunti da tutta Europa, Russia e USA. Proprio gli Stati Uniti sono stati il 'Paese Ospite' di questa edizione di Biteg, accanto all’Umbria 'Regione Ospite' con una propria vetrina espositiva per raccontare il territorio attraverso la sua enogastronomia e trasmettere l’energia e la passione di una terra che, nonostante tutto, non si ferma e guarda avanti.

Protagonista anche la Macroregione Liguria-Piemonte-Lombardia, che attraverso le tre agenzie di promozione, In Liguria, Sviluppo Piemonte Turismo ed Explora, si è presentata agli operatori stranieri come territorio unico in grado di offrire al turista un’esperienza che dal mare conduce alle montagne, passando attraverso colline, laghi e città di grande fascino e charme.

Nei prossimi mesi il rapporto nato tra gli operatori che si sono incontrati alla Biteg continuerà a crescere grazie al lancio della piattaforma internazionale 'Nice To Meet You' (Ntmyou), una piazza affari virtuale dove, per tutto l’anno, si potrà proseguire con le contrattazioni e siglare nuovi accordi commerciali. "Se gli Stati Uniti hanno la Silicon Valley, l’Italia ha la Wine&Food Valley che rappresenta una risorsa altrettanto straordinaria -sottolinea Antonella Parigi, assessore alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte- Biteg non solo è il centro economico di questo distretto, ma rappresenta anche un nuovo approccio alle politiche del turismo, dove la sinergia tra pubblico e privato si dimostra un elemento vincente e la vera chiave per lo sviluppo".

"Biteg ha evidenziato in questi giorni come il turismo sia sempre di più esperienza e la strada da percorre è quella che unisce cultura, paesaggio e agricoltura -commenta Simona Rossotti, amministratore delegato di Olos Group- per questo le sinergie avviate quest’anno con le altre Regioni saranno potenziate in vista della prossima edizione, che si svolgerà nel 2017 a fine aprile, a Cuneo".

Secondo il vice presidente della Regione Umbria Fabio Paparelli: "l'Assessorato a Turismo e Commercio della Regione Umbria è impegnato su un doppio fronte. Il primo è quello di assistere e sostenere le imprese che, a seguito del sisma, sono fortemente provate nella loro capacità ricettiva e produttiva. Dall’altro nel continuare a promuovere il resto del territorio attraverso le nostre eccellenze a partire da quelle enogastronomiche, comunicando in maniera corretta che gran parte delll'Umbria continua ad essere sicura ed accogliente".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog