Cerca

Addio moneta unica

Grecia quasi fuori dall'euro
Ecco quanto ci costerebbe

Nei paesi deboli l'uscita da Eurolandia costerebbe da 9.500 a 11.500 euro a persona. Su ogni italiano peserebbe 10mila euro l'anno per almeno un decennio

 la nuova lira partirebbe svalutata del 50% rispetto al cambio attuale. Così per fare un euro ci vorrebbero circa 3.000 lire. Poco meno per comprare un dollaro.
Grecia quasi fuori dall'euro
Ecco quanto ci costerebbe

Anche l'ex comunista Alexis Tsipras, ieri, ha mollato la spugna. Oggi, a dare un governo ad Atene, ci riproverà il socialista Venizelos, ma l'ipotesi che la Grecia segua il destino dell'Italia dandosi un governo tecnico o ritorni a votare (non si sa con quali esiti, a questo punto) si fa sempre più concreta. Come resta sul tavolo, perduranti le enormi difficoltà, l'ipotesi di un uscita del paese dall'euro, come una buona fetta dell'opinione pubblica chiede da tempo. Di un'uscita di Atene dalla moneta unica e di un ritorno alla dracma si parla ormai da più di un anno. Ma il breakup della moneta di Eurolandia (così viene definito nel gergo della finanza) comporterebbe un vero e proprio sconquasso sia per i conti pubblici del paese (in questo caso la Grecia) che “toglierebbe il disturbo”, sia per i cittadini degli altri. Eppure una scoccata contro Atene è arrivata anche dal presidente della Commissione Ue, Josè Manuel Barroso, che ha dichiarato: "Se un membro del club non rispetta le regole, è meglio che se ne vada dal club". Ovvero, o la Grecia sta ai patti, oppure se ne può anche andare dall'euro. Ma quanto costerebbe all'Europa Unita l'addio di Atene alla moneta unica?

I costi dell'addio - A quantificare i costi provocati dall'esplosione dell' euro  è stato un gruppo di analisti della sede londinese di Ubs. Nel report diffuso Stephane Deo, Paul Donovan e Larry Hatheway mettono in fila in un elenco infinito gli effetti del breakup. A cominciare proprio dai costi legati al ritorno in circolazione delle vecchie valute: lira, peseta, scudo e dracma. Ebbene, in media per i Paesi deboli l' uscita  da Eurolandia costerebbe da 9.500 a 11.500  euro  a persona. Su ogni italiano peserebbe una cambiale di circa 10mila  euro  l'anno per almeno un decennio. Se invece dovesse saltare tutto il sistema della moneta unica i costi scenderebbero. Ogni cittadino tedesco, per esempio, dovrebbe pagare da 6 a 8mila  euro  il primo anno e da 3.500 a 4.500 gli anni successivi. Una cifra ben superiore al costo che i tedeschi devono sopportare come una tantum per il salvataggio di  Grecia, Irlanda e Portogallo, vale a dire circa 1.000  euro a cranio.

Se l'Italia dicesse addio - E se a uscire dall'euro fossimo noi, cosa ci toccherebbe? Sempre secondo il report Ubs, la nuova lira partirebbe svalutata del 50% rispetto al cambio attuale. Così per fare un euro ci vorrebbero circa 3.000 lire. Poco meno per comprare un dollaro. Gli effetti del deprezzamento delle nostre merci che renderebbero convenientissimo il Made in Italy su tutti principali mercati europei verrebbero però azzerati da dazi doganali di almeno il 50% che i i Paesi del Nord Europa imporrebbero quasi certamente da subito. In compenso ci troveremmo a pagare carissimo il petrolio che importiamo (tutto) e questo scatenerebbe un'inflazione a due cifre. Sicuramente superiore al 10%.

Titoli di Stato - Diventerebbe insostenibile per le nostre finanze anche il peso dei titoli del debito pubblico emessi in  euro, destinati a rimanere in circolazione. Senza contare gli interessi, pure questi non inferiori al 10%. Vale la pena di notare che i tre analisti di Ubs non escludono l'insorgere di violenti disordini sociali che potrebbero portare addirittura a alla guerra civile.

 

atene

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • metallurgico

    31 Maggio 2012 - 23:11

    E' inutile fare previsioni sull'uscita della grcia dall'euro perche' la germania costringera' la grecia a rimanerci a tutti i costi. E' tutta una sceneggiata, una specie di tira e molla strategico, ma in realta' tutti sanno che se salta la grecia ci sara' l'effetto domino e l'euro potrebbe scomparire come neve al sole insieme ai sogni della merkel.

    Report

    Rispondi

  • metallurgico

    31 Maggio 2012 - 22:10

    Sia l'entrata dell'euro, la sua permanenza forzata che sta' distruggendo i paesi deboli rafforzando ulteriormente i paesi forti e l'uscita, anzi la fuga da parte dei paesi deboli, e' tutta una LUCIDA FOLLIA Oggi purtroppo assistiamo alla totale assenza di veri statisti cioe' di uomini in grado di percepire con il proprio intuito quale scenario si presentera' in futuro e indicare quale e' il percorso che il proprio paese deve seguire per il benessere comune.Oggi abbiamo davanti solo dei pupazzi benvestiti che fanno il loro teatrino quotidiano ma senza avere il quadro reale di una situazione che sta' precipitando verso uno scenario veramente imprevedibile per tutti. Ormai tutte le imprese stanno chiudendo le loro attivita', le banche hanno chiuso i rubinetti del credito, di fatto e' l'inizio della fine. Quando la gente non sapra' piu' dove andare a prendere lo stipendio allora vedremo cosa faranno i tecnici al governo.

    Report

    Rispondi

  • quinzi161

    13 Maggio 2012 - 13:01

    perchè nessuno proprone un referendum ? forza direttore Lei ha la possibilità!!!! nessuno più lo vuole l'euro e nemmeno dovevamo mai entrare, sicuramente non con il valore di 1937 lire cosi hanno ammazzato tutti !!!! tanto vale ricomuniciare . MALEDETTO EURO !!!! la grecia ha già pronto la sua moneta, la germania pure e noi ??? nessuno ha capito che prima la germania vuole uscire dall'euro ma aspetta che gli altri facciano in primo passo!!!! ovvero toglie i soldi alla comunità, facendo finta di fare prestiti alla grecia, perchè quei soldi devono entrare TUTTI nelle sue casse e nessuno dice niente.

    Report

    Rispondi

  • angelo.p

    11 Maggio 2012 - 09:09

    TUTTI SPUTANO SENTENZE CATASTROFICHE PER L'USCITA DALL'EURO MA NESSUNO NE SPIEGA I MOTIVI O NE RILEVA I VANTAGGI.SARA' FOLLIA ? MEGLIO FOLLI CHE DEFUNTI POICHE' TALI SAREMO CON I LACCI CHE L'EUROPA CI CHIEDE.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog