Cerca

I cugini transalpini

Incredibile, ci aiutano i francesi:
"L'Italia non rischia il default"

Il rapporto di Bnp Paribas: "Lo spread non preoccupa perché i conti pubblici possono sopportare un aumento dei tassi"

Secondo lo studio dell'istituto di credito francese il quadro non cambierebbe nemmeno nel caso in cui il Pil fosse negativo

"Il default del debito sovrano dell’Italia è un presupposto inverosimile: chi scommette sul crac del nostro Paese - con tanto di uscita dall’euro e ritorno alla cara vecchia ma ipersvalutata lira - è del tutto fuori strada. A promuovere le finanze pubbliche italiane è un reporto pubblicato ieri da Bnp Paribas che analizza le prospettive a medio termine delle nostre maggiori banche e traccia un quadro sostanzialmente positivo per noi", spiega Attilio Barbieri su Libero in edicola oggi. Incredibile ma vero, per una volta sono gli odiati cugini francesi a tenderci la mano spiegando chiaro e tondo che "l'Italia non rischia il default". Bnp Paribas spiega che "lo spread non preoccupa perché i conti pubblici sono in grado di sopportare un aumento dei tassi". Anche se il Pil sarà negativo.

Leggi l'approfondimento su Libero in edicola oggi, mercoledì 27 giugno 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog