Cerca

Il confronto col governo

Squinzi affonda il Pil
"Nel 2012 giù del 2,4%"

Il numero uno di Confindustria: "Fatico a vedere miglioramenti nella seconda metà dell'anno"

Squinzi affonda il Pil
"Nel 2012 giù del 2,4%"

Attacca il Wall Street Journal che, dice, riserva all'Italia critiche ingenerose. Ma è lui stesso a non risparmiare punzecchiature e analisi particolarmente severe della situazione economica italiana e della condotta del governo. Qualche giorno fa, il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi aveva definito la spending review varata dall'esecutivo Monti "macelleria sociale", prendendosi il rimbrotto del premier. "Sono anche dichiarazioni come queste a far impennare lo spread" aveva ribattuto il Prof. Oggi Squinzi, parlando al forum del Comitato Leonado in Campidoglio a Roma, ha "bastonato" il Prodotto interno lordo italiano, affermando che "nella migliore delle ipotesi ci   sarà un calo del Pil nel 2012 del 2,4%, in effetti probabilmente, sarà anche qualcosa di più perchè nella seconda parte dell’anno faccio fatica a vedere miglioramenti". Si attendono reazioni di borse e spread.

roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sirartur

    16 Luglio 2012 - 22:10

    siamo nella cacca fino al collo e questi signori continuano ad agitarla da sopra la loro barchetta...facessimo cambio per una volta ?

    Report

    Rispondi

  • Franco Giunta

    13 Luglio 2012 - 08:08

    Non gioirei tanto del continuo gufare di questo personaggio. Cosa crede di ottenere suonando ogni giorno la tromba della disfatta ??? Ci solleviamo lo spirito e lavoriamo di più ???

    Report

    Rispondi

  • pinet47

    13 Luglio 2012 - 07:07

    all'inizio dell'anno Monti disse che il Pil sarebbe cresciuto dell'1,5% e tre giorni dopo Visco disse che il Pil sarebbe diminuito dell'1,5%...ora siamo arrivati al -2,4% e questo imbe...le continua a governare! Ma cosa aspettano a terminarlo!??!

    Report

    Rispondi

  • bepper

    12 Luglio 2012 - 18:06

    Il calo, annunciato già dall'ufficio studi di Confindustria due settimane fa, non tiene conto della contrazione delle spesa pubblica di almeno 1 punto e mezzo di PIL e del relativo effetto recessivo sul paese.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog