Cerca

Addio lavoro

Elsa lacrime di coccodrillo
"Sarà un autunno caldo"

Il ministro: "A rischio il futuro industriale del Paese". Ma tra le responsabilità, dimentica quelle del suo governo

Pil a -2,5%, produzione induastriale a -8,6% (con quella del settore auto addirittura al -22%), disoccupazione al 10,8%, pressione fiscale che in pochi mesi è schizzata dal 42,6 al 45,1%
Elsa lacrime di coccodrillo
"Sarà un autunno caldo"

Pil a -2,5%, produzione induastriale a -8,6% (con quella del settore auto addirittura al -22%), disoccupazione al 10,8%, pressione fiscale che in pochi mesi è schizzata dal 42,6 al 45,1%. Troppo, per lei, i dati economici diffusi ier. Troppo per starsene zitta, anche ad agosto, anche con il sole che spacca e le vacanze alle porte. E così, il ministro del Lavoro Elsa Fornero non si è risparmiata l'ennesima gufata: "L'autunno non sarà facile. Questa crisi, lo abbiamo visto con i dati di ieri, è molto pesante e mette a  rischio il futuro industriale del Paese”. Per il ministro Fornero, la crisi dell’industria “mette a rischio il lavoro”. Ecco, adesso possiamo star sicuri che dopo una primavera di disoccupati, esodati e quant'altro, al ritorno dalle ferie staremo messi anche peggio. Parola di Fornero.

roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • biri

    21 Agosto 2012 - 12:12

    Dunque, se la Fornero dice che ci sarà un autunno caldo, è un ministro menagramo. Se Monti dice che "vede la luce in fondo al tunnel della crisi", deve mettersi gli occhiali. Avete un disturbo della personalità? Vi mettete mai d'accordo con voi stessi? Contate sul fatto che il banana medio non sia in grado di collegare i contenuti di due articoli?

    Report

    Rispondi

  • mircafarolfi

    21 Agosto 2012 - 10:10

    povera ,piccola donnetta inutile!

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    09 Agosto 2012 - 12:12

    l'ultima volta che lo ha fatto,ce la messo nel culo.

    Report

    Rispondi

  • sempre-CDX

    09 Agosto 2012 - 10:10

    forse si accorgono ora che hanno tartassato chi realmente produce PIL e risorse per pagare gli sprechi delle caste......

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog