Cerca

L'accusa di Bruxelles

Il metodo di Berlino: s'arricchisce
sulle spalle della nostra industria

In Germania è boom di entrate fiscali dovute all’export. Ma i loro "mini" contratti a costi ridotti finiscono per deprimere la stagnante economia italiana

Il commissario Ue agli Affari Sociali punta il dito contro la Germania: "Salari troppo bassi e contratti precari creano povertà e contagiano l'Europa"
Angela Merkel

Angela Merkel

"Cara Germania, la colpa della crisi europea è anche tua: salari troppo bassi e contratti precari creano povertà e contagiano il resto d’Europa. Parole forti. Soprattutto perché arrivano da un commissario Ue, l’ungherese Lazslo Andor, commissario agli Affari Sociali. Ma ancor di più perché a pubblicare l’intervista al politico di Budapest è la Frankfurter Allgemeine Zeitung, l’organo ortodosso della città che ospita la Bundesbank, che in queste settimane ha ospitato, approvandole, valanghe di contumelie ed accuse a Mario Draghi, l’italiano che vuol ricacciare la Germania nel caos della repubblica di Weimar. Il Mefistofele (definizione di Jens Weidmann, presidente della banca centrale tedesca) che da infido diavolaccio latino, con i suoi acquisti di “carta” italiana e spagnola vuole avvelenare i denari accumulati dal sudore dei tedeschi", spiega Ugo Bertone su Libero in edicola oggi. Il punto è che un commissario europeo, ossia Bruxelles, accusa la locomotiva tedesca: Berlino si arricchisce sulle spalle della nostra industria. In Germania infatti è boom di entrate fiscali dovute all'export. Ma i loro "mini" contratti a costi ridotti (con cui "truccano" i dati sull'occupazione) hanno depresso l'economia italiana.

Leggi l'approfondimento su Libero in edicola oggi, sabato 22 settembre 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ludvig53

    08 Novembre 2012 - 09:09

    non sono per nulla sicuro che tornando alla lira diventiamo più poveri: ho però la certezza che passando all'euro siamo tornati con le pezze al culo ! ovviamente non vale per ministri,tecnici,governatori di regione e concessionari slot machine.

    Report

    Rispondi

  • gino45

    07 Novembre 2012 - 22:10

    Gli italiani non cambiano mai, nei secoli passati chiamavano gli stranieri per combattere contro altri italiani,oggi degli emeriti d...... sono agli ordini degli ex lanzichenecchi per depredare gli italiani.

    Report

    Rispondi

  • blackindustry

    22 Settembre 2012 - 13:01

    Anziché continuare a lamentarci, facciamo qualcosa! All'estero non fanno altro che dire che gli italiani sanno solo lamentarsi e non fanno nulla per cambiare le cose. Allora anziché lamentarci di come fanno economia i tedeschi, facciamo come fanno loro! Il fatto è che noi invece non lo possiamo fare perché se no ci si mette di mezzo il sindacato, l'imprenditore, il vescovo, le madri, i figli, e ogni altra minoranza possibile e immaginabile. E allora non si fa nulla per non scontentare nessuno e restano comunque tutti scontenti, e la conseguenza è che muore Sansone e tutti i filistei. Fanculo a tutto e a tutti, se dobbiamo soffrire che sia almeno per stare bene dopo! Ma pare che non siano questi i piani delle persone che stiamo lasciando che ci governino. Loro sono al soldo dello straniero. E noi che non facciamo nulla e ci lamentiamo, ci lamentiamo, ci lamentiamo...

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    22 Settembre 2012 - 13:01

    monti?ha fatto ciò che gli ha imposto la cu.lona!"stratassa gli italiani perchè voglio sentirli strillare",ed il servo ha ottemperato!sevo lui,e servi quelli che comprano le crucccar per fare i fighetti,ingrassando ancor di più l'adipe della cu.lona!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog