Cerca

lettere al direttore

News da Radio 105

Puff Daddy si laurea

Puff Daddy si laurea

Puff Daddy torna all’università. A distanza di oltre due decenni da quanto abbandonò gli studi per concentrarsi sulla musica, Sean Combs, o se ...

 

ascolta ora

Radio 105

Economia

Crisi: Consumatori, stangata famiglie sara' +2.333 euro nel 2012

Roma, 22 0tt. (Adnkronos) - Con la crescita dei prezzi e delle tariffe, ma anche a causa degli effetti delle manovre economiche varate quest'anno, "la stangata per le famiglie sara' pari a +2.333 euro a famiglia. Quasi la meta' di quanto una famiglia media spende per la spesa alimentare in un anno, in base ai dati Istat". Ad affermarlo in una nota congiunta sono Adusbef e Federconsumatori precisando che "si confermano, purtroppo, le drammatiche previsioni effettuate dall'Osservatorio Nazionale Federconsumatori (Onf) sull'aumento di prezzi e tariffe nel 2012".

Per Federconsumatori, "un aumento simile, al netto della tassazione, voce non calcolata per l'indice Istat, equivale ad un tasso di inflazione reale, nel 2012, tra il 5,5 ed il 6%". Si tratta di "livello insostenibile per le famiglie, il cui potere di acquisto dal 2008 ad oggi e' crollato del -13,2% e che, alla luce dell'impatto negativo della legge di stabilita' e' destinato a diminuire ulteriormente nei prossimi anni", come dichiarano Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori, ed Elio Lannutti, presidente Adusbef. Secondo i calcoli dell'Osservatorio, "al netto dei benefici derivanti dalla riduzione Irpef, i provvedimenti contenuti nella legge di stabilita' determineranno aggravi di 201,06 euro annui nel 2013 e 219,06 euro annui nel 2014".

Per evitare un peggioramento della condizione di vita delle famiglie "e' fondamentale una modifica radicale della legge di stabilita': evitando categoricamente l'aumento dell'Iva e disponendo misure in grado di portare piu' risorse alle famiglie meno abbienti, attraverso una detassazione delle tredicesime e delle pensioni minime. Bisogna agire, inoltre, avviando un serio piano di rilancio dell'economia, partendo dalla ripresa degli investimenti per innovazione e sviluppo tecnologico, necessari per la vera uscita dalla crisi", concludono le associazioni dei consumatori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Shopping

blog

Tommaso Labranca
Luoghi comuni per gente comune

Forza Chiara!

di Tommaso Labranca