Cerca

Investire in tempi di crisi

Ottimismo, incertezza e pessimismo
Consigli per investire ancora sull'euro

Tre portafogli per scommettere e guadagnare sui destini della moneta unica: ecco le possibilità

Ottimismo, incertezza e pessimismo 
Consigli per investire ancora sull'euro

Come investire i propri risparmi in tempi di grande incertezza? Cosa fare? Puntare sull'estero o scommettere ancora sui destini dell'Euro? Il Corriere Economia  ha sentito gli esperti di Advise Only che hanno tracciato tre scenari e, quindi, tre possibili portafogli. Il primo è quello che scommette sulla salvezza dell'euro. Btp più lunghi, un pizzico di Portogallo e rinnovata fiducia alle banche europee: questi i tre ingredienti principali. Si è scelto un btp tradizionale (20%) che scade tra cinque anni e dona rendimenti più elevati rispetto al precedente. Si concede un'apertura di credito al Portogallo con scadenza 2015 che offre, secondo gli esperti, ritorni interessanti. Ma la scommessa più forte, (15%)  secondo loro, è sulle banche utilizzando sempre l'Etf che segue l'indice dei 600 titoli finanziari mentre un altro dieci per cento va ancora con una Exchange traded fund alle 50 blue chip più rappresentative dei listini della moneta unica. 

L'incertezza e il pessimismo Il secondo scenario è quello dell'euro incertezza: anche per gli incerti la proposta prevede più Borsa con i dividendi e le multinazionali alimentari. Questo portafoglio, secondo gli esperti, è adatto a chi è incerto sul futuro dell'Euro. Il terzo portafoglio è quello per i pessimisti, quello dell'euro-tsunami. Dentro ha un po' di Borsa a cui restano in dote l'oro e i bondi emergenti. Un dieci per cento di azioni ma non titoli europei. Azioni di grandi multinazionali solide, in grado di gestire efficacemente ed efficientemente produzione e distribuzione di beni e servizi anche in condizioni economiche critiche. Lo scenario della catastrofe non si può del tutto abbandonare in quanto è possibile che l'europo si rompa o che si verifichino default multipli. Tra i prossimi rischi da non sottovalutare ci sono oltre alle decisioni sulle tasse degli asmericani, la crisi greca, ele elezioni italiane e tedesche nel 2013. e la possibilità che anche la Francia finisca nel club dei non virtuosi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pit267

    13 Novembre 2012 - 06:06

    ...........vanno bene per chi si accontenta di rendimenti sotto l'inflazione. Chi vuole il 3% al giorno e non all'anno deve seguire la speculazione che fa il 90% del mercato con HFT. Mai seguire chi spiega tutto con dati macro, basta seguire i grafici, comprare ai minimi e rivendere appena fatto il 5%. Quelli bravi lo fanno in 3 giorni!

    Report

    Rispondi

  • encol

    12 Novembre 2012 - 09:09

    Così rimarrà UN GRANDE PASTICCIO se la BCE non potrà comportarsi come una qualunque banca di ultima istanza- Per ora l'Euro ingrassa solamente la germania riducendo in miseria quasi tutti gli altri paesi dell'unione.

    Report

    Rispondi

blog