Cerca

Incubo tasse

Monti, non solo patrimoniale: immobili, conti e una tantum, tutte le possibili mazzate

Al professore prima scappa la verità sulla tassa più odiata, poi si rimangia tutto. Tranquilli, ecco tutti i modi con cui ci può spennare

Monti, non solo patrimoniale: immobili, conti e una tantum, tutte le possibili mazzate

 

di Ugo Bertone

Patrimoniale, dice Mario Monti, salvo poi rettificare con una smentita che non tranquillizza più di tanto gli italiani. Ma dovesse il Professore dare seguito in questi ultimi mesi al suo annuncio-non annuncio, cosa rischiano concretamente i detentori di patrimoni nel nostro Paese? Ecco alcune ipotesi, tratte dalla storia e dal dibattito recente sul tema. «Se è vero che il debito pubblico è la strozza più soffocante sul collo dei nostri giovani, sarebbe responsabilità delle nostre generazioni che quel debito l’hanno creato non lasciarlo in eredità ai giovani, almeno non in questa devastante misura». Difficile non convenire con questi nobili propositi di Giuliano Amato. Ma, in questo caso, il fine non giustifica i mezzi.  «Il debito è di 30 mila euro a italiano – ragionava il dottor Sottile -  Liberarci di un terzo di esso già lo ricondurrebbe a dimensioni governabili, sotto l’80%; significherebbe pagare 10 mila euro a italiano. Ma siccome gli italiani non sono tutti uguali, potremmo mettere la riduzione a carico di un terzo degli italiani. A quel punto sarebbero 30 mila euro a testa per un terzo degli italiani: magari pagabili in due anni». Insomma, una mazzata destinata a piegare la residua resistenza del ceto medio, la carne da macello di un’operazione di questo tipo che, tiene a sottolineare l’ex premier, non è una patrimoniale. 

 

Leggi l'articolo integrale di Ugo Bertone
su Libero in edicola oggi, martedì 13 novembre

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    14 Novembre 2012 - 11:11

    Credo che non lo sappia nemmeno il diretto interessato.Fatto è che tutto il sangue succhiato finisce per pagare spread e interessi perciò NON SERVE A NULLA. Di fronte a ciò da tutti comprensibile il Casini...sta nazionale e altri beceri come lui lo vorrebbero per altri 5 anni.

    Report

    Rispondi

  • monmar

    13 Novembre 2012 - 16:04

    ma è proprio così osceno chiedere a chi nemmeno se ne accorgerebbe di dare qualcosa in più con una tantum o una semper(la patrimoniale, del resto accettata dalla Confindustra)? Sappiamo che l'eventuale decisione non sarebbe risolutiva, ma, come dice Tremonti, meglio poco che niente.

    Report

    Rispondi

  • seve

    13 Novembre 2012 - 16:04

    sarei tentato di dire 'niente' ma non lo posso credere e visti i prestigiosi incarichi che ha, che non abbia anche quello di conciarci per le feste?

    Report

    Rispondi

blog