Cerca

Pensioni truffa

Fornero e i suoi vice ci tolgono le pensioni e si nascondono

Fornero e i suoi vice ci tolgono le pensioni e si nascondono

 

Da giorni il quotidiano Libero denuncia il caso delle "pensioni truffa", il caso drammatico dei ricongiunti, oltre 650 mila lavoratori che hanno cambiato lavoro e versato i loro contributi ad enti previdenziali diversi e, che per maturare il diritto alla pensione, dovrebbero "ricongiungere" i loro contributi. Il ricongiungimento era gratuito fino al 2010 quando la legge 122 introdusse l'obbligo di un pagamento. Un conto salatissimo che può arrivare anche a centinaia di migliaia di euro. L'alternativa al ricongiungimento è la totalizzazione dei contributi che invece era e rimane gratuita, in questo modo non si perdono i contributi versati in casse pensionistiche diverse, ma vengono calcolati con il metodo contributivo e non retributivo: gli assegni pensionistici in questo caso si riducono fino a quasi della metà

Come scrive Maurizio Belpietro, nel suo editoriale in edicola oggi, venerdì 16 novembre, abbiamo chiesto al ministro Elsa Fornero e i suoi due vice Michel Martone e Cecilia Guerra dei chiarimenti, cerchiamo si sapere per quale motivo dei lavoratori onesti che hanno lavorato tutta una vita versando regolarmente i loro contributi, si trovino adesso nella condizione di dover pagare altre decine di migliaia di euro per ottenere l'assegno mensile. Abbiamo contattato il ministro del Welfare ma non siamo riusciti ad avere una risposta, Michel Martone ha detto che deve documentarsi e ha chiesto tempo, cui siamo rivolti anche all'altra vice della Fornero, Maria Cecilia Guerra la quale ha precisato che il tema delle pensioni non è di sua competenza.  

 

Caos ricongiungimenti leggi il nostro speciale: ecco le storie della disperazione 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dadorso65

    24 Novembre 2012 - 18:06

    che presto qualcuno dia il via alla rivolta popolare contro quei ladri di governo. i primi dovrebbero essere proprio le forze dell' ordine dal momento che dovrebbero contrastare i soprusi e ladronerie varie. e visto che il governo stta calpestando i primi 5 punti fondamentali della costituzione italiana

    Report

    Rispondi

  • beppe.r

    17 Novembre 2012 - 07:07

    egr. dott. Belpietro, volevo far notare che tra i problemi irrisolti oltre ai ricongiungimenti ed esodati, sarebbe giusto continuare a parlare anche di tutti quelli come me licenziati e quant'altro che nel 2013/2014 avrei dovuto andare in pensione

    Report

    Rispondi

  • stres

    16 Novembre 2012 - 10:10

    Se tutti la pensassero come noi, non ci sarebbe tempo da perdere, invece di far "inguaiare i nostri figli" dovremmo marciare noi su Roma in direzione montecitorio, possibilemnente armati di qualsiasi cosa! Anzi come una volta, con i forconi!! Infilzarli tutti, iniziare con i tecnici e per finire con tutti i politici presenti sia di destra che di sinistra centro incluso!! Ormai ci hanno distrutto la vita, da non dimenticare i senatori a vita, i pensionati d'oro della politica, praticamente fare piazza pulita!! PER I NOSTRI FIGLI!!

    Report

    Rispondi

  • rendagio

    16 Novembre 2012 - 10:10

    quale cittadion onesto e contribuente dopo una simile carognata, se fossi caduto in questa truffa, non avrei esitao a sparae, in testa a quella baldracca della Sig.ra Fornero,popi sarebbe stato il suo governo di ladri a mantenermi, italiano , cittadino onesto svegliati, reagisci , combatti questi ladri

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog