Cerca

Auto, mercato Ue in picchiata

Fiat vola a quota 10%

Auto, mercato Ue in picchiata
Il mercato dell'auto è in crisi. E segna per il dodicesimo mese consegutivo una flessione delle vendite. Secondo i dati forniti da Acea, iIn aprile le immatricolazioni di nuove auto in Europa sono calate infatti del 12,3% annuo a 1.251.862 unità (-9% in marzo). Nei primi quattro mesi del 2009 la flessione è stata del 15,9%. Flessione che non interessa invece il gruppo Fiat, per il quale le vendite sono cresciute del 4,7% a 121.671, per una quota di mercato al 9,7% (8,1% ad aprile 2008). Il Lingotto sale dunque al quarto posto tra i costruttori, superando Gm. Quello della casa automobilistica italiana è dunque  l'unico rialzo tra i grandi generalisti. Ad aprile, infatti, sono cresciute soltanto le immatricolazioni del gruppo Fiat (con +5,4% per le auto con il marchio del gruppo, -0,6% per Lancia, +5% per Alfa Romeo e -2,5% per Ferrari e Maserati) e quelle di Hyundai (+9,7%). La quota di Fiat Group Automobiles in Europa Occidentale vola al 10%, cosa che non accadeva da otto anni. Il lingotto balza così al terzo posto, ad un'incollatura da Ford che conta solamente 500 vetture immatricolate in più rispetto all'azienda torinese. Ed è un testa a testa dove la casa americana fa leva sulla Fiesta, diventata la vettura più venduta in Europa sull'onda di un successo che inizia a impensierire la grande Punto anche in italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • elioperin

    14 Maggio 2009 - 11:11

    Questo dimostra che un'azienda con dei dirigenti validi può fare le scarpe ad aziende che hanno dirigenti, che come risulati valgono meno di ciò che percepiscono, e non dimentichiamoci che la Fiat è risorta dopo che l'avvocato Agnelli ha abbandonato questa valle di lacrime.

    Report

    Rispondi

blog