Cerca

Ritorno al passato

I soldi sotto il materasso
così gli italiani si difendono da Monti

Nelle case degli italiani un tesoro da 30 miliardi per sfuggire a eventuali prelievi forzosi

I soldi sotto il materasso
così gli italiani si difendono da Monti

Per difendersi da Mario Monti gli italiani son tornati a nascondere i soldi sotto il materasso. Un ritorno al passato, lontano dai conti correnti, al riparo da tasse e al sicuro dallo spettro della patrimoniale che aleggia come una sanguisuga sui risparmi degli italiani. E così nascosti sotto il letti, dentro i cassetti, nelle casseforti, si nasconde un tesoretto di circa 30 miliardi.  Una tendenza che è cresciuta sicuramente nell'ultimo anno, quando le oscillazioni tra Bpt e Bond hanno lasciato molti risparmiatori col fiato sospeso per mesi e rafforzata dalla possibilità di un ritorno dalla lira o di un euro di serie B. A spingere sempre italiani verso questa direzione è sicuramente lo spauracchio di una patrimoniale, basti pensare al prelievo del 6% deciso notte tempo dal Governo Amato nel 1992: all'epoca solo chi era rimasto fedele ai vecchi metodi, chi i soldi li accumulava sotto il materasso piuttosto che su una bancha riuscì a salvarsi dal prelievo forzoso. 

L'esperto   Beppe Scienza, professore di matemativa al Politenico di Torino, autore del libro  "Il risparmio tradito", ha spiegato in un'intervista al blog di Beppe Grillo che "mettere i soldi sotto il materasso, sembra una frase detta così per scherzare, un’esagerazione, eppure a pensarci bene questa idea non è così balzana come sembra a prima vista e se molti hanno questa idea, mi chiedono, ci pensano, si domandano se abbia penso sia perché qualche ragione c’è e c’è anche qualche ragione valida. Vediamo le cose che non capitano, le cose brutte che non capitano se uno ha i soldi sotto il materasso. E aggiunge: “Se uno mi dice che vuole mettere i soldi sotto il materasso, non gli consiglio di andare da uno psichiatra, non è un pazzo questo, è una persona giustamente preoccupata, bruciata da tante porcherie che gli hanno rifilato, timorosa di cadere in altre trappole. Primo: non è assurdo mettere i soldi sotto il materasso". Il risparmiatore in questo modo si sente più sicuro, sa di avere il proprio "tesoretto" in casa, lontano dalle grinfie di eventuali patrimoniali. Il rovescio della medaglia è che in questo modo, si toglie ossigeno al mercato, si sottraggono fondi che potrebbero far girare l'economcia. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianko

    30 Novembre 2012 - 20:08

    forse è più facile difendersi dai primi; ci sono molti sitemi: suddividere il malloppo in tante somme più piccole nascoste in vari posti diversi e per memorizzarli salvarli su una chiavetta usb super criptata e tenuta ben nascosta .. mah ..certo che siamo ridotti male.. dover vivere nel terrore di essere derubati dallo stato o dai ladri..

    Report

    Rispondi

  • dionisio.attanasio

    23 Novembre 2012 - 08:08

    sono perfettamente d'accordo con l'articolista in merito ai soldi sotto il materasso,io personalmente non ho più fiducia nel governo Monti, non l'ho mai avuta, pertanto mi trovo d'accordo, nel mettere i soldi sotto il materasso.

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    22 Novembre 2012 - 19:07

    tanto più che le banche non danno praticamente nulla di interessi e inoltre fanno investire i quattro soldi dei poveri pensionati,che non se ne intendono,in titoli spazzatura. E se l' economia si ferma, chi se ne frega ? Perchè dovrebbe andare avanti a scapito dei miei miseri risparmi ?

    Report

    Rispondi

  • Angela70

    22 Novembre 2012 - 16:04

    esatto, ora si avra' un'altra preoccupazione: si avra' paura dei ladri..................

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog