Cerca

Cinque mesi dal via alla riforma

Ecco l'effetto-Fornero:
meno lavoro e più costoso

Le associazioni imprenditoriali lombarde, piemontesi e venete denunciano gli effetti perversi della riforma: contratti flessibili troppo cari
Ecco l'effetto-Fornero:
meno lavoro e più costoso

Meno flessibilità in entrata, poche modifiche a quella in uscita e stallo normativo sugli ammortizzatori sociali. A circa cinque mesi dall’approvazione definitiva, gli effetti della riforma Fornero iniziano a farsi sentire. E i timori di chi prevedeva un impatto negativo sul mondo del lavoro si stanno purtroppo rivelando fondati. Se con la riforma, si legge in un rapporto congiunto di Assolombarda e Unione industriali di Torino, «si pensava di creare posti a tempo indeterminato per legge, inducendo le imprese a trasformare i contratti flessibili, questo scopo non può dirsi raggiunto». Dal sondaggio effettuato dalle associazioni imprenditoriali è infatti emerso che gli effetti principali sono stati un aumento dei costi e lo spostamento verso altre forme contrattuali a tempo determinato. In sostanza, le imprese stanno adeguando «la gestione della flessibilità tenendo conto delle nuove regole che sono percepite come restrittive, con un irrigidimento del mercato del lavoro». A soffrire di più, ovviamente, sono le piccole aziende.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gioch

    26 Novembre 2012 - 07:07

    ...fai correre l'Arc de Trionphe ed arriva ultimo,cosa fai?Bastoni l'asino o quel somaro che lo fa correre?

    Report

    Rispondi

  • Silviob2

    24 Novembre 2012 - 16:04

    Vattene!!!!!

    Report

    Rispondi

  • robylella

    24 Novembre 2012 - 13:01

    Non è capace a fare il ministro? Esattamente come fare l'insegnante! Una totale NULLITÀ, parassita e spreco di soldi pubblici!

    Report

    Rispondi

  • encol

    24 Novembre 2012 - 10:10

    Ma come si fa a mettere in un ministero tanto delicato un soggetto da sempre abituato allo stipendio fisso e comunque. Come può capire questa i problemi di chi si trova senza lavoro. Siete una massa di dilettanti. GRAZIE GIORGIO I°

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog