Cerca

Marchionne apre al tavolo

con governo e sindacati

Marchionne apre al tavolo
Si a un tavolo tra governo e sindacati. Per "ipotizzare" insieme "una concreta definizione delle trattative in corso con Opel (la controllata europea di General motors, ndr)". È questp il messaggio che l'ad di Fiat Sergio Marchionne ha inviato al ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola e riportata oggi da un comunicato del Ministero. Marchionne risponde così alla lettera inviatagli nei giorni scorsi dallo stesso Scajola, nella quale si sottolineava la centralità delle fabbriche italiane e si preannunciava la convocazione di un tavolo per fare il punto sulle strategie industriali dell'azienda.
"Le trattative - scrive l'ad dell'azienda torinese - intendono assicurare una prospettiva industriale al sistema automobilistico italiano".Dopo aver raggiunto un accordo con l'americana Chrysler, Fiat sta infatti trattando un progetto di integrazione con Opel. L'incontro tra sindacati e governo risulta particolarmente importante e urgente a causa dei timori manifestati dai sindacati: si teme che le mosse della Fiat possano portare a ridimensionare gli stabilimenti italiani.
Intanto domani gli perai di tutti gli stabilimenti italiani della Fiat saranno a Torino per partecipare alla manifestazione nazionale indetta da Fim, Fiom, Uilm e Fismic. Sfileranno dietro allo striscione 'Da Nord a Sud la Fiat cresce solo con noi' per chiedere garanzie sul futuro delle loro fabbriche. Il corteo partirà intorno alle 9.30 da un luogo simbolo, la porta 5 delle Carrozzerie di Mirafiori, e raggiungerà la palazzina del Lingotto, sede del gruppo, dove i quattro segretari generali nazionali dei sindacati metalmeccanici terranno i comizi. Con i lavoratori della Fiat ci saranno quelli delle altre aziende del gruppo, Iveco, Cnh, Comau e delle fabbriche dell'indotto. Sfileranno con le tute blu il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, l'assessore all'Industria della Regione Piemonte, Andrea Bairati, il presidente della Provincia, Antonio Saitta, il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino e del Consiglio regionale campano, Sandra Lonardo, il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog