Cerca

Elsa torna tra noi

Pensioni, vittoria di Libero
Fornero giura: ricongiungimenti gratis

Dopo la campagna del nostro quotidiano finalmente il ministro si occupa dei "ricongiunti". Ecco come

Pensioni, vittoria di Libero
Fornero giura: ricongiungimenti gratis

Finalmente, dopo una campagna ostinata di Libero,  Elsa Fornero cede sulla questione dei ricongiungimenti.  La prossima settimana potrebbe arrivare una circolare che dovrebbe risolvere il problema di chi, avendo cambiato lavoro, si trova costretto a dover pagare per ottenere il ricongiungimento dei contributi tra due diverse casse pensionistiche. La circolare riguarderà i lavoratori del pubblico impiego che prima del 31 luglio 2010, hanno cessato l'attività nel settore pubblico passando a quello privato. Un problema che interessa centinaia di lavoratori che hanno ricevuto dall'Inps una lettera con cui l'istituto di previdenza chiede centinaia di migliaia di euro per ottenere la somma dei versamenti e l'erogazione della pensione. Una situazione che ha "congelato" la pensione di molti italiani che pure hanno maturato il diritto all'assegno e dopo aver lavorato una vita. 

La promessa di Elsa Resterebbe ancora irrisolta la situazione di chi dal pubblico è passato al privato dopo l'entrata in vigore della legge 122."Stiamo lavorando come sempre   cerchiamo di fare", così ha detto il ministro del Lavoro Elsa Fornero  uscendo dal comitato ristretto della commissione lavoro alla Camera   annunciando che mercoledì prossimo, 5 dicembre, presenterà sempre in commissione  la proposta sul tema delle ricongiunzioni. "Per una volta siamo  d’accordo sulla stessa posizione", ha detto la Fornero riferendosi  alla posizione della Lega sul tema per la quale le ricongiunzioni  dovrebbero essere gratuite, tornando così alla situazione precedente   a quella del 2010. La replica del senatore del Pdl, Maurizio   Sacconi, è sferzante: "Mi auguro che i suoi tentativi abbiano esito migliore dei miei dell’epoca, soero il ministro Fornero possa ottenere dalla ragioneria dello   Stato una interpretazione della norma sulle ricongiunzioni onerose   coerente con il fatto che non le fu riconosciuto, all’atto della sua   approvazione, alcun effetto finanziario". E conclude il senatore,  "tale interpretazione dovrebbe consentire la gratuità della gran parte delle ricongiunzioni".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ruggero55

    17 Dicembre 2012 - 07:07

    caro peppino 961, caro ellemanga Nel pubblico i versamenti contributivi sono notevolmente superiori a quelli versati all'INPS, chi dal pubblico è passato alla gestione INPS per trasformazione di enti o chi come mè è passato al privato si trova a pagare ricongiunzioni contributive di circa € 10.000,00 annuo se pagato in un unica soluzione o di circa € 13.000,00 se pagato a rate. Chi passava dall'INPS all'INDAP pagava circa € 1000,00 all'anno praticamente la differenza dei contributi effettivamente versati. Premesso che con l'applicazione del sistema contributivo per il calcolo della pensione penso si debba eliminare qualsiasi tipo di versamento per ricongiunzione, tanto più se l'ente previdenziale diventa unicamente l'INPS. Quindi ritengo che chi ha fatto il passaggio inverso deve almeno pareggiare il valore contributivo se si avvale del sistema di calcolo per la pensione retributivo, mentre se si avvale del contributivo deveessere gratuito. Quindi nessun regalo sono diritti acquisiti

    Report

    Rispondi

  • peppino961

    10 Dicembre 2012 - 10:10

    Si continua a parlare di chi è passato dal pubblico al privato, ma per chi è passato dal privato al pubblico cambia qualcosa ? Non vorrei che per una categoria sia quasi tutto ok, ma per quelli che hanno fatto il passo nel senso opposto rimane tutto come prima ! E' possibile avere delucidazioni ?

    Report

    Rispondi

  • ellemanga

    03 Dicembre 2012 - 13:01

    E questo "regalo" a chi lo faranno pagare?? Ai soliti che hanno versato piu' contributi e piu' e lungo degli altri, bloccando ancora la perequazione????

    Report

    Rispondi

blog