Cerca

Pressione fiscale record

Imu, Iva e accise, una stangata:
le famiglie con figli pagheranno 726 euro in più

Le tasse del governo penalizzano soprattutto le coppie con prole. Confcommercio: ricorso contro l'imposta sugli immobili

Imu, Iva e accise, una stangata:
le famiglie con figli pagheranno 726 euro in più

di Sandro Iacometti

Imu, crescita di Iva, accise sui carburanti e addizionale Irpef regionale. Il conto dei balzelli introdotti dal governo Monti è salato. L’elenco di nuove tasse o, semplicemente, di aliquote più care piovute negli ultimi 12 mesi ha fatto crescere sensibilmente il peso complessivo sulle famiglie, con aggravi che nel 2012 potranno raggiungere i 726 euro. 

Per la Cgia di Mestre si tratta di una stangata che rischia di mettere in ginocchio i contribuenti, a partire da quel ceto medio che i Professori al governo hanno sempre detto di non voler penalizzare. Le simulazioni fatte dagli artigiani del Veneto sono state fatte calcolando l’aggravio fiscale che i nuovi provvedimenti avranno sui bilanci di 3 diverse tipologie familiari: giovane senza familiari a carico; coppia con un figlio e coppia con due figli. 

Un giovane operaio senza familiari a carico nel 2012, con un reddito poco inferiore ai 20mila euro e con una casa di 60 metri quadri, ha un aumento del prelievo fiscale di 405 euro. Pesanti, in questo caso, sono gli aumenti dovuti all’impennata di accise e Iva sui carburanti (+199) e all’Imu sulla prima casa (+120). Nel 2013 la maggiore tassazione sul 2012 sarà di 55 euro e calerà a 16 euro nel 2014. Alla fine del triennio, rispetto al 2011, pagherà +477 euro. 

Va peggio alla coppia con figli: impiegato direttivo (50mila reddito annuo), moglie casalinga e due figli che vivono in una casa di 115 metri quadrati. Nel 2012 il carico fiscale aggiuntivo sarà di ben 726 euro (305 di Imu e 199 di maggiori spese per il carburante le voci più significative), mentre nel 2013, per effetto dell’aumento delle detrazioni Irpef per i figli a carico, non ci sarà aggravio fiscale. Nel 2013, rispetto al 2012, risparmieranno 61 euro. Nel 2014, però, pagheranno +146 euro rispetto il 2013. Gli effetti fiscali delle manovre costeranno a regime +812 euro di tasse. 



Leggi l'articolo integrale di Sandro Iacometti
su Libero in edicola oggi, domenica 9 dicembre

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giancgazz

    13 Dicembre 2012 - 14:02

    Non avrei mai immaginato di dover pagare l'affitto per la casa che abito a questo governo di LADRI! L'incostuzionalità di questa tassa non ha bisogno di sentenze della cosulta di stato ,basta leggere la costituzione. Siete solo dei LADRI ,LADRI ,SCHIFOSI LADRI!!

    Report

    Rispondi

  • encol

    10 Dicembre 2012 - 09:09

    sarà per milioni di italiani ma non per CHI li ha ridotti in questo stato di miseria. Non dimentichiamo che la casta continua imperterrita ad incassare Euro 15.000/mese + Privilegi a non finire + Vitalizi- Il Bersani cha fa il komunista fruisce di tre pensioni come il sig. Amato ed il sig. Prodi e moltissimi altri-

    Report

    Rispondi

  • MATRIX2011

    09 Dicembre 2012 - 22:10

    che va allo stato in quanto duplicazione d'imposta già pagata con l'IRE sul reddito immobiliare, farò ricorso e richiesta di rimborso a tutti i livelli e gradi.

    Report

    Rispondi

  • pasquale_tibur

    09 Dicembre 2012 - 13:01

    Un sentito ringraziamento ai ppolitici italiani, per questo e altro....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog