Cerca

I mercati

Borse incerte, Milano apre in leggero rialzo

Borse incerte, Milano apre in leggero rialzo

Da quando Silvio Berlusconi è sceso in politica e il governo Monti si avvia alla fase finale, in Europa come in casa nostra (da Napolitano a Barroso fino a Merkel e Hollande) sono tutti terrorizzati dal futuro economico del nostro  Paese, dei titoli e dello spread. Nonostante gli apprezzamenti a livello internazionale il Professore però non ha compiuto il miracolo e ora anche il Financial Times inizia a criticarlo: "La magia di Monti è sembrata funzionare per un po’ - scrive il quotidiano della City - perché gli investitori hanno voluto crederci" ma l’anno di governo tecnico "è stato una bolla" che "ora è scoppiata" lasciando un quadro dove "poco è cambiato, tranne per il fatto che l’economia è caduta in una profonda recessione". Praticamente quello che dice Berlusconi, arcinemico dello stesso Financtial Times. Che ora lo riabilita, almeno in parte: "Magari non diventerà primo ministro", ma a lui va dato merito di avere fatto l’unica "diagnosi azzeccata" circa "i problemi dell’Italia da quando se ne è andato". 

Le Borse - A parlare oggi sono i mercati. Le borse europee hanno aperto incerte e poco variate per l'attesa di una serie di dati macroeconomici Usa che si prevedono in calo. Londra cede lo 0,09%, Parigi e Francoforte guadagnano lo 0,14% mentre Madrid sale dello 0,59%. E Piazza Affari, che aveva aperto in negativo, sta risalendo con il Ftse Mib in crescita dello 0,33%. Sale un pochino anche lo spread tra i Btp decennali italiani e tedeschi. Rispetto alla chiusura di ieri a quota 352, il titolo italiano si porta in avvio a 359 punti base con un rendimento del 4,78%. Non così male come previsto dalle solite "cassandre". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lucaberg

    11 Dicembre 2012 - 20:08

    caro bolinastretta, chi le ha detto che ieri Milano ha perso il 4%?? Forse la sua fruttivendola. Si rivolga ancora a lei, forse le comunicherà che oggi l'indice ha riguadagnato quasi tutto, e il vostro adorato spread è diminuito. Si tolga il prosciutto dagli occhi...

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    11 Dicembre 2012 - 12:12

    Lo spread, come del resto il governo dei tecnici, è un bluf creato solo per favorire la culona e il suo popolo di cornuti.

    Report

    Rispondi

  • Baijko

    11 Dicembre 2012 - 12:12

    Il 20% in più di spread in 2 giorni? Le borse rispondono bene! Mi fate più schifo che pena, giornalisti su commissione.

    Report

    Rispondi

  • Baronedel Carretto

    11 Dicembre 2012 - 12:12

    E' l'unica cosa che la sinistra italiana sa fare: delegittimare, sparlare, infangare, leccare il culo allo Schultz di turno. POveracci, ma quando diventeranno grandi?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog