Cerca

Emendamento-beffa

I soldi dei rimborsi Iva non andranno alle imprese ma alle banche

Modifica al ddl Stabilità: l'Italia stornerà 295 milioni ogni anno per destinarli a Banca mondiale e altre istituzioni
I soldi dei rimborsi Iva non andranno alle imprese ma alle banche

 

di Fosca Bincher

Per la quarta volta nel giro di un anno il governo di Mario Monti è andato a pescare nel fondo dell’Agenzia delle Entrate per rimborsare i crediti Iva a imprese e contribuenti per finanziare tutt’altra cosa.  È successo venerdì notte quando è stato approvato un emendamento alla legge di stabilità per utilizzare le somme accantonate per saldare quel debito del fisco con i contribuenti al fine di pagare  la quota che l’Italia deve sottoscrivere in base a trattati per gli aumenti di capitali di banche internazionali. Nell’emendamento, che aggiunge un versamento di 1,617 miliardi di euro per l’aumento di capitale della Banca europea per gli investimenti, si stabilisce di prelevare dal fondo per i rimborsi Iva del 2013 i 295 milioni di euro previsti ogni anno dal 2013 al 2022 per sottoscrivere gli aumenti di capitale dell’Ida-Banca mondiale, del Fondo globale per l’ambiente, del Fondo africano di sviluppo, del Fondo asiatico per lo sviluppo, del Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo e perfino del Fondo speciale per lo sviluppo della Banca per lo sviluppo dei Caraibi. Insomma, si sviluppano tutti salvo che le imprese italiane, a cui il governo Monti per l’ennesima volta toglie ossigeno necessario e soprattutto dovuto.  La somma in sé non sembra enorme, però si aggiunge a miliardi di euro già prelevati a copertura di altri provvedimenti. Tanto è che l’emendamento è stato congelato per qualche giorno per avere dalla Ragioneria generale dello Stato la sicurezza che questi fondi fossero disponibili.



Leggi l'articolo integrale di Fosca Bincher
su Libero in edicola oggi, domenica 16 dicembre

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eureka.mi

    18 Dicembre 2012 - 16:04

    Al posto di prenderci in giro e dire che il denaro serviva per risanare i conti in Italia poteva almeno informarci sulla loro vera destinazione. Essere chiari non è un pregio di coloro che sono al Governo. Ce l'hanno tutti con Berlusconi perchè è l'unico che ha il coraggio di spiegare agli Italiani cio che succede nei Palazzi.

    Report

    Rispondi

  • Maschiosfrontato

    16 Dicembre 2012 - 14:02

    È vero, l'ho fatto anche io quest'anno....l'anno prossimo se non saró riuscito a restituire il prestito chiudo e lo stato se la prende nel culo...volgarissimo ma chiaro il messaggio...

    Report

    Rispondi

blog