Cerca

I buoni partiti

Forbes, la classifica degli scapoli d'oro: giovani, single e ricchissimi

Forbes, la classifica degli scapoli d'oro: giovani, single e ricchissimi

Solo il 3% dei 1.645 miliardari del mondo è single e la rivista americana Forbes ha stilato la classifica dei 10 più appetibili scapoloni d'oro. Tutti ereditieri o genietti dell'informatica, qualcuno abituato al jet set e altri veri e propri geek, un po' "sfigati" ma con un talento per gli affari innegabile. E non a caso c'è chi, a meno di 30 anni, si può già godere una pausa di riflessione dopo i successi (e gli incassi) giovanili. Il più giovane della lista è Drew Houston, 30 anni e patrimonio da 1,2 miliardi di dollari: è il co-fondatore e Ceo di Dropbox, servizio di file sharing online. Segue Albert von Thurn und Taxis, 30 anni e 1,6 miliardi: è di sangue reale, appassionato di auto veloci e vive in un castello. Terzo, a quota 4,1 miliardi, c'è il cofondatore di Facebook Eduardo Saverin (nella foto): vive a Singapore e frequenta il più esclusivo locale notturno della città, il Filter. Robert Pera, 35enne ex ingegnere Apple, è il fondatore della Ubiquiti Networks che quest'anno gli ha fatto incassare 2,7 miliardi di dollari. Come hobby, è il proprietario dei Memphis Grizzlies, franchigia Nba. Il giapponese Yoshikazu Tanaka, 37 anni, ha guadagnato 1,6 miliardi grazie a Gree, tra i principali network di videogame su dispositivi mobili: è il creatore di Knights Dragons e Monster Quest. Sesto, con 2,2 miliardi e 37 anni, è Jack Dorsey, fondatore di Twitter (di cui detiene ancora il 5%) e Square (sistema di pagamento tramite telefonino). Alejandro Santo Domingo Davila, 37 anni, è collezionista d'arte e di birre, possiede l'isola di Baru, nei Caraibi, e si gode gli 11,1 miliardi di patrimonio. Il 38enne Jan Koum ha guadagnato 6,8 miliardi vendendo WhatsApp a Zuckerberg per 19 miliardi: si diletta con boxe e hip hop. In fondo alla classifica Jonathan Oringer, 39 anni e patrimonio da 1,35 miliardi grazie a Shutterstock (agenzia di foto da lui fondata nel 2003) e lo stagionato Nicolas Berggruen, collezionista d'arte che con 2 miliardi di dollari ha trascorso anni e anni in giro per il mondo, tanto da essere definito un po' sprezzantemente "il miliardario homeless"...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog