Cerca

Silenzi sospetti

Visco: la lotta all'evasione vale 10milioni di voti

L'evasione fiscale "vale" dieci milioni di voti. Lo dice senza mezzi termini l'ex ministro delle Finanze nei governi Prodi e D'Alema,  Vincenzo Visco al Fatto Quotidiano spiega come in Italia non c'è solo i divario tra ricchi e poveri ma anche tra chi paga le tasse e chi no. "C'è grande prudenza. Alcuni fanno affidamento su quei voti, altri hanno solo paura di perdere l'appoggio di certe fasce sociali e la democrazia vice di consenso. L'Agenzia delle Entrate ha diffuso i dati dell'Irpef 2012 da cui emerge che la media di quanto dichiarato dagli italiani è di 19.750 euro ma la metà dei contribuenti denuncia meno di 15mila uero.

Secondo Visco per "ridurre le tase ed evitare che a pagarle siano sempre i lavoratori dipendenti, c'è solo una via: redistribuire il carico, ma per farlo bisogna partire dalla lotta all'evasione. Un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Europa e in Italia vale un buco nei conti dello Stato da 180 miliardi che nessuno riesce a intaccare". Insomma, l'evasione è una questione politica. "Renzi - spiega Visco - al contrario di alcuni suoi predecessori non liscia il pelo agli evasori, ma il tema non lo ha ancora trattato. Come non l'hanno fatto Letta e Monti prima di lui. Ci siamo accontantati di spot e operazioni ad effetto come ci blitz a Cortina o la caccia agli scontrini non stampati. Era los partito che bisognava suonare. Servivano messaggi politici in quel senso, ma nulla di più".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • TOMMA

    28 Marzo 2014 - 12:12

    Ricordo con esattezza che, questo signore, quando era ministro, promise di semplificare il Modello Unico per la compilazione delle denunce dei redditi, che allora era composto da 47 (quarantasette) pagine, e nel 2012 da sole 110.

    Report

    Rispondi

  • TOMMA

    27 Marzo 2014 - 13:01

    Se poi si facesse anche la lotta agli immigrati clandestini che risiedono dappertutto, e che nessuno vede, neanche quando gli trovano la droga nel frigo, o quando giocano alle macchinette mangiasoldi, oppure quando girano con auto di marca, sempre straniere e spesso con targa dei loro paesi d'origine per pagare -se la pagano-meno assicurazione e bolli, allora i voti sarebbero 20-30 milioni.

    Report

    Rispondi

  • josef.sezzinger

    27 Marzo 2014 - 13:01

    La lotta all'evasione si fa dando l'esempio con una gestione onesta e oculata dei denari incassati e riformando il Sistema Fiscale Italiano, uno dei più oppressivi ed occhiuti che esistano. La redistribuzione piace a moltissimi perché presuppone la onnipresenza della lunga mano del Fisco e garantisce l'accumulo di enormi risorse di provenienza anonima da usare a fini di arricchimento personale

    Report

    Rispondi

    • blu521

      27 Marzo 2014 - 19:07

      Quindi lei evade perché le entrate sono gestite male?

      Report

      Rispondi

  • Tobyyy

    27 Marzo 2014 - 10:10

    Toby - Dato che i comunisti attaccano Berlusconi accusandolo di non aver fatto nulla, come mai il compagno Visco non ci ha pensato lui a stanare gli evasori fiscali ? E come mai il compagno De Benedetti prende soldi i Italia e li spende in Svizzera dove questo disonesto vive....? Cominci a controllare lui il fisco se intende fare le cose in regola....!

    Report

    Rispondi

    • blu521

      27 Marzo 2014 - 12:12

      Lei è di una imbecillità senza pari. Bananas evasore

      Report

      Rispondi

blog