Cerca

Silenzi sospetti

Visco: la lotta all'evasione vale 10milioni di voti

6

L'evasione fiscale "vale" dieci milioni di voti. Lo dice senza mezzi termini l'ex ministro delle Finanze nei governi Prodi e D'Alema,  Vincenzo Visco al Fatto Quotidiano spiega come in Italia non c'è solo i divario tra ricchi e poveri ma anche tra chi paga le tasse e chi no. "C'è grande prudenza. Alcuni fanno affidamento su quei voti, altri hanno solo paura di perdere l'appoggio di certe fasce sociali e la democrazia vice di consenso. L'Agenzia delle Entrate ha diffuso i dati dell'Irpef 2012 da cui emerge che la media di quanto dichiarato dagli italiani è di 19.750 euro ma la metà dei contribuenti denuncia meno di 15mila uero.

Secondo Visco per "ridurre le tase ed evitare che a pagarle siano sempre i lavoratori dipendenti, c'è solo una via: redistribuire il carico, ma per farlo bisogna partire dalla lotta all'evasione. Un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Europa e in Italia vale un buco nei conti dello Stato da 180 miliardi che nessuno riesce a intaccare". Insomma, l'evasione è una questione politica. "Renzi - spiega Visco - al contrario di alcuni suoi predecessori non liscia il pelo agli evasori, ma il tema non lo ha ancora trattato. Come non l'hanno fatto Letta e Monti prima di lui. Ci siamo accontantati di spot e operazioni ad effetto come ci blitz a Cortina o la caccia agli scontrini non stampati. Era los partito che bisognava suonare. Servivano messaggi politici in quel senso, ma nulla di più".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • TOMMA

    28 Marzo 2014 - 12:12

    Ricordo con esattezza che, questo signore, quando era ministro, promise di semplificare il Modello Unico per la compilazione delle denunce dei redditi, che allora era composto da 47 (quarantasette) pagine, e nel 2012 da sole 110.

    Report

    Rispondi

  • TOMMA

    27 Marzo 2014 - 13:01

    Se poi si facesse anche la lotta agli immigrati clandestini che risiedono dappertutto, e che nessuno vede, neanche quando gli trovano la droga nel frigo, o quando giocano alle macchinette mangiasoldi, oppure quando girano con auto di marca, sempre straniere e spesso con targa dei loro paesi d'origine per pagare -se la pagano-meno assicurazione e bolli, allora i voti sarebbero 20-30 milioni.

    Report

    Rispondi

  • josef.sezzinger

    27 Marzo 2014 - 13:01

    La lotta all'evasione si fa dando l'esempio con una gestione onesta e oculata dei denari incassati e riformando il Sistema Fiscale Italiano, uno dei più oppressivi ed occhiuti che esistano. La redistribuzione piace a moltissimi perché presuppone la onnipresenza della lunga mano del Fisco e garantisce l'accumulo di enormi risorse di provenienza anonima da usare a fini di arricchimento personale

    Report

    Rispondi

    • blu521

      27 Marzo 2014 - 19:07

      Quindi lei evade perché le entrate sono gestite male?

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

media