Cerca

Stangata sulla casa

Tasi peggio dell'Imu: ecco quanto e quando si paga

Tasi peggio dell'Imu: ecco quanto e quando si paga

Il fatto che tra Italicum, riforma del Senato e "80 euro in busta paga" non se ne parli più non significa che l'incubo della tassa sulla casa sia sparito. Anzi. Non è più l'Imu, ma la Tasi, e con tutta probabilità sarà peggio della stangata sul mattone a suo tempo reintrodotta da Mario Monti. Per sapere quanto dovremo pagare, comunque, nella maggior parte dei casi si dovrà attendere fino all'ultimo momento, e magari anche oltre. Già, perché la Tasi - il tributo sui servizi indivisibili che però, nella sostanza, va a rimpiazzare l'Imu - con tutta probabilità verrà delineata a luglio, in ritardo rispetto al teorico termine della fine di aprile 2014. Già in passato abbiamo assistito ad estenuanti balletti sulle aliquote e a continui slittamenti, dunque è lecito attendersi che accadrà lo stesso, e inoltre a fine maggio ci saranno anche 4mila comuni chiamati a votare alle amministrative: difficile che le giunte in scadenza, in piena campagna elettorale, si azzardino a definire la mazzata-Tasi. Meglio attendere l'esito del voto e, nel caso, scaricare la "patata bollente".

I due capoluoghi - Così, ad oggi, i capoluoghi che hanno già approntato le delibere sono pochissime (tra questi Aosta, Pordenone, Novara e Modena). Ma ci sono le due principali città italiane, Milano e Roma, che sarebbero già in dirittura d'arrivo. Due esempi che danno la cifra di quanto la tassa potrà essere salata. Come ricorda il Corriere della Sera, a Milano, la giunta di Giuliano Pisapia avrebbe già deciso le aliquote, e anche a Roma l'assessore al Bilancio, Daniela Morgante, ha preannunciato le intenzioni di Ignazio Marino. Così si scopre che il capoluogo meneghino è più "generoso" nei confronti di chi ha immobili di scarso valore, mentre la Capitale tende a "favorire" i possessori delle case di pregio. A Milano l'aliquota Tasi sull'abitazione principale sarà al 2,5 per mille, esenti gli immobili con rendita catastale originaria fino a 350 euro; per i valori da 351 a 700 euro sono previste detrazioni decrescenti solo per chi ha un imponibile inferiore ai 21mila euro. A Roma, Marino dovrebbe scegliere per un'aliquota indifferenziata del 2 per mille.

Il confronto - In soldoni, nel capoluogo lombardo, una piccola casa non pagherà, mentre per un casa equivalente, con rendita catastale di 300 euro, a Roma si pagheranno 101 euro. Rapporti invertiti per immobili di maggior valore: per una casa con rendita catastale da mille euro a Milano si pagheranno 420 euro mentre a Roma ne bastano 336. Ora qualche confronto con l'Imu. A Milano, chi ha un reddito inferiore a 21mila euro, non paga mai più di quanto ha versato con l'Imu, mentre chi ha redditi superiori e una casa con rendita tra 400 e 800 euro spenderà più per la Tasi che per l'Imu (per esempio, per una casa con rendita di 700 euro e reddito superiore ai 21mila, si pagheranno 294 euro contro i 270 precedenti; per una casa con rendita di 600 euro, si pagheranno 252 euro contro i precedenti 203). Invece a Roma, per case con una rendita fino a 400 euro, la Tasi risulta meno conveniente dell'Imu. Per esempio per una casa con rendita di 200 euro si pagheranno 67 euro contro gli zero dell'Imu; per una casa con rendita catastale di 300 euro si pagheranno 101 euro contro i 52 dell'Imu. I calcoli, come ovvio, non tengono conto delle eventuali detrazioni di 50 euro per ogni figlio a carico che, nel caso, devono ancora essere stabilite.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    07 Maggio 2014 - 07:07

    Ma l'ANGELINO nazionale che fa? Si era proposto come il paladino a guardia della IMU poi TASI e ora TARES, ma la zuppa è sempre la stessa, invece CHE FA? Eppure ci saranno dei masochisti, chiamiamoli così per non andare giù duro, che voteranno NCD ?

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    31 Marzo 2014 - 18:06

    Carissima LUCIA ELENA,con la merda umana WOODY54 ho un conto aperto che si estinguerà dopo la sua dipartita!Generalmente soggetti come questo sono il prodotto dei molti fallimenti e abusi familiari subiti e vissuti da adolescenti!Sin da piccino il babbo e la mamma lo spronarono,spesso violentemente,volevano che diventasse sveglio come i suoi coetanei ma,niente!Ed ecco cosa è diventato!Ciao.

    Report

    Rispondi

  • carlo58

    31 Marzo 2014 - 14:02

    grazie alfano. ti penseremo al prossimo giro di votazioni.

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    31 Marzo 2014 - 13:01

    WOODY...ma cosa caxxo consigli agli altri il geriatra, vedi invece di farti mandare la tessera annua per lo sconto speciale sui pannoloni, rimbambito!

    Report

    Rispondi

    • lucia elena

      31 Marzo 2014 - 14:02

      Ciao Unghianera è molto che non ti leggevo. Posso darti un consiglio? Lascia perdere coloro che non sanno cosa vuol dire il saper vivere di stenti e gli improperi che raramente mi vengono rivolti mi lasciano del tutto indifferente dato che essi sono figli di un dio minore comewoody54 che ritiene scic denominarsi con nome straniero. Lui non è Italiano. Io sì. Lucia Elena

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog