Cerca

Il Fisco

Tasi, ecco chi paga la tassa a giugno

Tasi, ecco chi paga la tassa a giugno

Per molti ma non per tutti. Il governo ha posticipato il pagamento della Tasi a settembre, ma il provvedimento riguarda soltanto i Comuni che sono in ritardo nello stabilire aliquote e detrazioni (il termine previsto dalla legge è il 23 maggio). Al contrario, nei Comuni che hanno già deliberato le aliquote della Tasi i contribuenti dovranno pagare entro il 16 giugno. Al momento, secondo un elenco elaborato da Confedilizia e aggiornato al 19 maggio, sono 1.218 i Comuni che hanno pubblicato sul sito delle Finanze le delibere in materia di Iuc (Imu-Tasi-Tari), dei quali 1.076 hanno deliberato in materia di Tasi.

 

Clicca qui e scopri se vivi in un Comune
dove la Tasi si paga a giugno


Alcuni consigli comunali hanno convocato sedute proprio in questi giorni (tra ieri, oggi e domani) mettendo all’ordine del giorno regolamenti, aliquote e detrazioni (ad Alessandria e Mantova la delibera con l’indicazione delle aliquote ha ottenuto il via libera poche giorni fa). Ma molti hanno anche già deciso di non fare nulla. Il Comune di Trieste, per esempio, ha reso noto che non delibererà le aliquote entro il termine del 23 maggio e rientrerà pertanto tra quelli per i quali si prevede la proroga a settembre della scadenza di pagamento del relativo acconto. Anche la giunta di Ravenna ha deliberato ieri pomeriggio di fissare a settembre la scadenza per il pagamento della prima rata, prevista inizialmente per il 16 di giugno. La decisione di far slittare i termini del versamento, hanno spiegato dal Comune, «consentirà di rivedere aliquote e detrazioni per un’applicazione più equa di questo tributo a livello locale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    21 Maggio 2014 - 16:04

    Oggi il sig. Fassino ci ha gratificati di una sua chicca , ne avremmo fatto volentieri a meno. Secondo il sindaco di Torino gli italiani pagano l'imposta sulla casa non superiore per legge del 3,5 /1000, mentre con la precedente IMU l'imposta era ben maggiore. Bene ai gesti indecorosi ha aggiunto il verbo ingnorante ( da ignorant naturalmente) In realtà la vergognosa tassa è 4 volte la IMU origin

    Report

    Rispondi

  • arwen

    21 Maggio 2014 - 15:03

    Ma con quale faccia uno stato, e chi con la sua faccia lo rappresenta, ha il coraggio di presentarsi ai cittadini promettendo mari e monti quando qui nn si riesce a sapere ne come ne quando ne l'ammontare di una tassa. Ma che razza di paese è? E i cittadini di questo paese, ormai proni, sopportano e tacciono. Così le cose nn cambieranno mai!

    Report

    Rispondi

  • Uchianghier

    Uchianghier

    21 Maggio 2014 - 15:03

    Grazie, se non ci aveste pensato Voi noi saremmo ancora al buio più completo visto che la Pubblica Amministrazione latita. Vi prega, nei limiti del possibile, tenetela aggiornata anche con le aliquote. Ancora grazie.

    Report

    Rispondi

blog