Cerca

Mercato immobiliare

Fitch: "Prezzi delle case in calo del 7% in Italia"

Fitch: "Prezzi delle case in calo del 7% in Italia"

Timidi segnali positivi per il mercato immobiliare in Italia e negli altri paesi periferici dell'Eurozona. Nel rapporto dell'agenzia di rating Fitch emerge un rallentamento dei prezzi delle case "anche del 7%". Nel complesso il calo dei prezzi sarà del 20%, meglio del 22% stimato dalla stessa agenzia. E sulla carta l'intervento della Bce sui tassi, tagliati al minimo storico, potrebbe portare ulteriori benefici a prestiti e mutui.

Segnali di ripresa - "Le economie di Italia, Portogallo e Grecia - sostiene in una nota l'agenzia - hanno iniziato a migliorare. Prevediamo una timida crescita del Pil in tutti e tre i Paesi nel 2014 e 2015". Ficht però frena gli entusiasmi degli operatori del settore immobiliare sostenendo che "i mercati resteranno deboli", i prezzi saranno "ulteriormente corretti prima che si stabilizzino". Una situazione già successa in Portogallo "ma il mercato è rimasto fragile", in Spagna i prezzi raggiungeranno il calo maggiore nei primi mesi del 2015. In Italia, così come in Grecia, i prezzi delle case proseguono nel loro calo graduale almeno finché la ripresa non sarà più evidente, in quel caso "anche i mercati immobiliari - ha aggiunto Fitch - seguiranno la strada".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ilsognodiunavit

    06 Giugno 2014 - 13:01

    Segnali di ripresa! Ma come si fanno a dire queste cose, la ripresa è soltanto una parola che si scolta ai telegiornali, la realtà è totalmente differente, negozi vuoti che chiuderanno nel prossimo futuro, le famiglie disossate finanziariamente da bollette e tassazioni varie, siamo al tracollo altro che ripresa, ma bisogna avere studiato alla bocconi per non capire queste cose? amministrati da inc

    Report

    Rispondi

blog