Cerca

Brutte sorprese

Detrazioni, il rimborso slitta di un anno se si superano i 4 mila euro

Detrazioni, il rimborso slitta di un anno se si superano i 4 mila euro

Da una parte ci sono quei lavoratori che hanno trovato 80 euro in busta paga, dall'altra ci sono quei lavoratori che avranno una brutta sorpresa: dovranno aspettare un anno per avere il rimborso derivante dalle detrazioni maturate durante il 2013. E quando arriveranno non le troverà direttamente in busta paga, ma riceverà un bonifico da parte dell'Agenzia delle Entrate.  La misura riguarda quelli che hanno diritto a detrazioni superiori a 4mila euro, una cifra che - come spiega Repubblica - non è difficile da accumulare. Questa scoperta riguarda il popolo del 730 cioè coloro che sono lavoratori dipendenti o pensionati che si affidano ai Caf dove oltre al Cud allegano tutte le spese mediche, quelle per la ristrutturazione della casa, del mutuo, o dell'assicurazione del coniuge. Fino all'anno scorso entro maggio si andava al Caf si presentavano gli scontrini e ricevute fiscali e il centro di assistenza fiscale passava tutto al datore di lavoro o all'ente pensionistico e nel giro di un paio di mesi rimborsava in busta paga le detrazioni che spettavano al lavoratore dipendente.

Nuove regole - Ma da quest'anno con la legge di Stabilità le regole sono cambiate per chi ha maturato il diritto a oltre 4mila euro di detrazioni. Ad erogare l'assegno sarà l'Agenzia delle Entrate e non più il datore di lavoro o l'ente pensionistico. La motivazione è che in questo modo ci saranno più controlli ma sono molti a pensare che in questo modo l'Erario potrà risparmiare in termini di cassa. Il punto è che non viene indicato il termine entro a il quale l'Agenzia dovrà inviare il bonifico al destinatario e il rischio è che si dovrà aspettare a lungo prima di trovarsi il bonifico accreditato sul proprio conto.   

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anna 17

    Anna 17

    08 Giugno 2014 - 20:08

    Ma quanti imbecilli ci sono per arrivare oltre il 40%? Complimenti vivissimi a tutti lor signori/e, signorini checche ed imbecilli. Come si fa a pensare che la sinistra non sia sempre quella delle tasse e delle limitazioni di libertà?

    Report

    Rispondi

  • perigo

    perigo

    08 Giugno 2014 - 13:01

    Ogni promessa del fantoccio di Palazzo Chigi si sta rivelando una burla. Se il grullo toscano pensa che gli italiani siano tutti grulli, sta fresco! Da ora in poi, mai più fidarsi delle fanfaluche che racconta.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    07 Giugno 2014 - 23:11

    Vedo che c'è confusione, pur di dare ragione all'idolo del momento. Nn importa se suddetto idolo spara corbellerie a raffica, traffica con i soldi senza coperture, promette ma nn mantiene e poi elargisce una mancetta di 80 euro, ma nn a tutti e soprattutto nn a chi ne ha più bisogno. E pensare che a parlare sono persone che, fino a ieri, attaccavano B. xchè contava favole mentre ora adorano Renzi

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    07 Giugno 2014 - 19:07

    Vedo che c'é confusione pur di darla addosso all'avversario politico. Gli 80 euro sono altra cosa..,. e apprezzati da tutti i commentatori. oltre che da chi li ha ricevuti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog