Cerca

Mito sempreverde

Auto, torna l'Alfa Romeo Duetto: accordo tra Mazda e Fiat

Il Lingotto annuncia l'intesa con la casa giapponese: produzione dal 2015 a Hiroshima, ma con cuore e stile italiano

Auto, torna l'Alfa Romeo Duetto: accordo tra Mazda e Fiat

Torna un mito dell'auto made in Italu, l'Alfa Romeo Duetto. Mazda e Fiat Group Automobiles hanno infatti annunciato la firma dell'accordo definitivo in base al quale la casa giapponese produrrà una spider a due posti per Alfa Romeo. Il modello verrà prodotto nello stabilimento di Hiroshima a partire dal 2015 e verrà sviluppato per il mercato globale sulla base dell'architettura dell'MX-5 di prossima generazione. In base all'accordo, Mazda e Fiat svilupperanno due vetture a trazione posteriore e distinte nel design, quali icone chiaramente riconoscibili del proprio marchio. Ognuna delle due varianti Mazda e Alfa Romeo verrà equipaggiata con motorizzazioni specifiche per il marchio. Per Mazda, l'accordo rappresenta un'opportunità di migliorare l'efficienza delle proprie attività di sviluppo e produzione e ridare slancio al segmento delle spider a livello globale. A Fiat, invece, consentirà di offrire un'interpretazione moderna e tecnologicamente avanzata del classico spider Alfa Romeo, che la casa milanese produsse dal 1966 al 1993.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • osicran2

    19 Gennaio 2013 - 15:03

    Una volta avevamo tante case automobilistiche, poi, una certa famiglia, appoggiata dai vari poteri politici, ha incamerato tutto. Sparite alfaromeo, maserati, lamborghini, isotta, ecc.ecc., tutto inglobato nella Fiat. Negli anni i padroni della nave hanno vissuto sulle spalle dello Stato e quindi di tutti noi vedi incentivi vendite, cassa integrazione e finanziamenti vari a basso tasso d'interesse. Mentre le altre case costruttrici estere innovavano, la Fiat campava di rendita. Ora che il suo malgoverno comincia a dare i suoi logici frutti, abbandona il campo. Dove sta l'innovazione? Dove le auto elettriche o elettroniche? Dove i nuovi modelli? E perchè mai dovrei comprare un'auto italiana obsoleta? Marchionne annaspa penosamente così come la classe politica che ci governa ed a soffrirne è solo il popolo italiano.

    Report

    Rispondi

blog