Cerca

Controlli canaglia

Redditest, anziani: accertamenti per 2mila euro di troppo in spese mediche

I paradossi delle simulazioni sul tenore di vita dei pensionati: bastano 2mila euro di troppo in spese mediche e, inesorabile, scatta l'accertamento dell'Erario

Redditest, anziani: accertamenti per 2mila euro di troppo in spese mediche

Follie del redditometro. Certificate dal redditest. L'increscioso esempio viene riportato dal Corriere della Sera. Le simulazioni, infatti, offrono incredibili paradossi. Prendiamo per esempio un pensionato, che vive da solo, ha più di 65 anni, vive in provincia di Verbania in una casa di 55 metri quadri e possiede un'utilitaria di 50 kilowatt. Ipotizziamo che abbia un reddito di 15mila euro, e che nell'arco di un anno ne spenda 5.600 a vario titolo (600 euro per le bollette, 200 per la telefonia, 100 in elettrodomestici, 600 per l'assicurazione auto, 2.100 in svaghi svaghi e vacanze e infine 2.000 in spese mediche). L'ipotetico protagonista del redditest, in questo caso, risulterebbe coerente: "semaforo verde" e niente accertamento.

Ma se spendi di più per il dottore... - Mettiamo caso, però, che il medesimo personaggio abbia grossi problemi di salute, e alle spese mediche considerate nella prima simulazione (pari a 2mila euro) ne aggiunga altri 2mila: in questo caso, inesorabile, scatta la luce dell'incoerenza. E, di conseguenza, l'accertamento fiscale: a suo carico l'onere di dimostrare di non essere un evasore, anche se le "troppe spese" sono relative a farmaci, visite e medicinali. A rendere ancor più sorprendente la simulazione il fatto che sempre lo stesso ipotetico personaggio, nel caso in cui nel 2009 avesse investito magari in conto deposito la bellezza di 1 milione di euro, per il redditest sarebbe pulito: altra luce verde. E, paradosso nel paradosso, se l'investimento di 1 milione di euro risalisse al 2011, al contrario, il redditometro imporrebbe l'accertamento. Una follia, che dimostra come il cervellone del fisco sia un colabrodo buono soltanto per tartassare e rovinare la vita dei contribuenti onesti, e non dei veri evasori fiscali. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • secordaro45

    22 Gennaio 2013 - 10:10

    Sono un altruista per natura e non dovrei esprimermi in questo modo, ma la rabbia è tale nei confronti di questi signori che non riesco a contenermi.Ho 68 anni pensionato con € 700 mensili dopo 38 anni di lavoro, malato di diabete,INSULINO DIPENDENTE. Se ho capito bene, io posso curarmi ma non oltre i 2000€ altrimenti sono sotto la tagliola del fisco.Vorrei solo che loro si trovassero al mio posto.Ci tengo a precisare che io non vorrei il loro posto. Sono una persona DIGNITOSA E MORALE. Mi viene il voltastomaco a sentire queste cose che mi amareggiano enormemente.

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    21 Gennaio 2013 - 15:03

    Così per la paura di essere tracciati torneremo a pagare i medici ed altro in nero.

    Report

    Rispondi

  • encol

    19 Gennaio 2013 - 15:03

    del Befera + Monti è sicuramente una cag... pazzesca!!!

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra2

    19 Gennaio 2013 - 15:03

    di cosa parliamo ? ci rendiamo conto che finiremo col considerarci veri imbecilli che corrono dietro al più grande aborto mentale di genialoidi buoni solo ad intascare stipendi e benefit per cui meriterebbero svariati lustri di galera? si , perchè chi partorisce mostri del genere ed incassa soldi dei contribuenti va considerato alla stregua di volgari delinquenti. Chi pensa che così si acchiappano i grandi evasori vive nel mondo di markoff,questo sistema non prenderà altro che qualche piccolo pesce impigliato nella rete per ignoranza o qualche soggetto che versa in vera miseria. I grandi evasori? quelli non si lasceranno prendere mai anche e soprattutto perchè mai li vorranno prendere......

    Report

    Rispondi

blog