Cerca

L'annuncio

Gas, sorrisi in bolletta: nel 2013 pagheremo 90 euro in meno

L'Autorità per l'energia: il prossimo anno spesa giù del 6-7%. Nel 2012 consumi crollati del 4%

Gas, sorrisi in bolletta: nel 2013 pagheremo 90 euro in meno

Buone notizie per le famiglie italiane: le bollette del gas scenderanno complessivamente nel 2013 del 6-7%, con un risparmio pari a circa 90 euro su base annua. Lo ha ricordato l'Autorità per l'energia spiegando che questa diminuzione è frutto dell'imminente introduzione di nuovi meccanismi di aggiornamento della materia prima. Una notizia accolta positivamente da Coldiretti, ricordando in una nota che "nel 2012 i prezzi dei beni non regolamentati come l’energia elettrica e il gas naturale hanno subito un rincaro record del 13,4%, più che raddoppiato rispetto a quello del 2011 (6,3%)". 

Un 2012 in calo - L'annuncio dell'Autorità arriva nel giorno in cui l'Anigas ha emesso il suo consueto bollettino mensile su dati Snam Rete Gas, sottolineando il calo dei consumi di gas nel 2012. C
onsumati complessivamente 74.346 mmc che confrontati con i 77.408 mmc del 2011 evidenziano un calo di circa il 4 per cento. Per quanto riguarda il mese di dicembre 2012, l'arrivo della stagione invernale inverte, anche se con valori modesti, il trend negativo dei consumi di gas naturale registrato nei mesi precedenti con un incremento pari al 3,3 per cento. In particolare, i prelievi totali sono stati pari a 9.158 mmc rispetto ai 8.864 mmc dello stesso mese del 2011.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Pinkalikoi

    20 Gennaio 2013 - 19:07

    Caro Spalella, dalla sua domanda deduco che Lei non appartenga ai trinariciuti sinistrati che hanno portato il cervello all'ammasso, e di ciò mi complimento. Per venire alla sua domanda, consideri che per l'energia elettrica domestica deve considerare il prezzo pieno, e non lo sconto che viene praticato sui primi consumi alla fascia contrattuale bassa. Detto questo, consideri che 1 metrocubo di metano sviluppa un'energia termica di circa 35 Mj, e considerando un rendimento di conversione del 50% (in realtà più alto) sviluppa circa 17,5 Mj di energia elettrica, ossia quasi 5 kWh. Ora tenendo conto del fatto che da 1 mc di metano si ottengono 5 kWh di energia elettrica, vedrà che i conti Le torneranno. Un saluto.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    20 Gennaio 2013 - 16:04

    se è vero che produciamo elettricità bruciando gas, allora il prezzo del gas ai privati è un prezzo truffa, perchè il prezzo ai privati dell'elettricità prodotta appunto col gas è di gran lunga inferiore, in proporzione, al prezzo del gas. Dipende credo dal fatto che il Baraccone statale Eni lavora in regime di monopolio con approvvigionamento e distribuzione tutte in casa propria, e senza un minimo di concorrenza vera. Una delle tante bestialità incivili italiane/statali/politiche.

    Report

    Rispondi

  • ferrarigiuliano

    20 Gennaio 2013 - 13:01

    dell'autority del pisello...nessuno informa questi soloni che il maggior consumo di gas avviene col freddo? Ho l'impressione che l'autority e i "proprietari" della distribuzione gas ..dividano i profitti! Sbaglierò?

    Report

    Rispondi

  • libero

    20 Gennaio 2013 - 09:09

    la riduzione la fanno partire da aprile,ovvero da quando e' terminato il periodo per il riscaldamento cosicche' per le famiglie l'impatto sara' minimo usandosi il metano per uso domestico e quindi minimale rispetto al consumo per il riscaldamento:una ulteriore presa per i fondelli nonostante la si presenti come ''sorrisi in bolletta''.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog