Cerca

Il siluro di Draghi

Bce, l'allarme: "Congiuntura peggiore del previsto, l'Italia consolidi i conti"

Mario Draghi

Un'altra bocciatura per Matteo Renzi, firmata da Mario Draghi. La Bce tratteggia un quadro a tinte fosche per il Belpaese, e spiega che l'Italia soffre di una congiuntura sfavorevole e peggiore del previsto, e che per questo rischia di non rispettare gli obiettivi sul rapporto deficit/Pil. Queste le osservazioni dell'Eurotower contenute nel bollettino mensile di settembre: "Si confermano i rischi sul raggiungimento da parte del governo italiano del target di deficit rispetto al Pil nel 2014, previsto al 2,6%, soprattutto alla luce di un andamento congiunturale peggiore del previsto", rimarca la banca centrale.

Le richieste - La Bce, inoltre, chiede al governo italiano di "rafforzare ulteriormente la posizione di politica fiscale così da adempiere alle norme del Patto di stabilità e di crescita, in particolare per quanto riguarda la riduzione del rapporto debito pubblico/Pil". Poi, su flessibilità e riforme l'istituto presieduto da Draghi spiega che "la flessibilità consentita nell'ambito delle regole permette di far fronte agli oneri di bilancio connessi a grandi riforme strutturali, nonché di sostenere la domanda".

L'eurozona - L'Italia, insomma, non raggiungerà i suoi obiettivi. Una circostanza che già un mese fa Renzi, parlando di conti pubblici, aveva spiegato che l'obiettivo era chiudere con un deficit al 2,9% del Pil rispetto al 2,6 per cento. Ma le cattive previsioni della Bce non riguardano solo lo Stivale, ma l'intera eurozona. Secondo l'istituto, i dati delle indagini di agosto, indicano che l'espansione ciclica nel terzo trimestre "ha perso slancio, pur rimanendo in linea con una modesta crescita". Dopo quattro trimestri di modesta espansione, per l'Istituto di Francoforte "il Pil reale dell'area euro è rimasto invariato nel secondo timestre dell'anno rispetto al precedente. Un risultato inferiore alle attese, benché dovuto in parte a fattori transitori".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fossog

    12 Settembre 2014 - 17:05

    Boccia ? ma perchè, Pd e Pdl sono mai stati promossi ? anche una sola volta ? RUBANO, SPRECANO, Costruiscono e Mantengono Centri di Spreco e di Truffa, DA DECENNI. Chi potrebbe ONESTAMENTE Dire di non Saperlo o Vederlo ? infatti credo che chi vota ANCORA Pd o Pdl Non sia Cieco, ma sia solo pedestremente, vilmente, IGNORANTE.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    12 Settembre 2014 - 14:02

    Renzi ? L'ennesimo politico del Pd o Pdl che difende l'Organizzazione Pubblica Truffaldina Costruita a tavolino in decenni di mala-politica, dai politici Pd e Pdl (e loro sigle precedenti). Subiamo un esercito di politicanti Pd e Pdl sparsi in comuni, province e regioni, in soc pubbliche, in enti inutili, in spezzatino dello stato, in poltrone inventate. DECINE DI MIGLIAIA DI CENTRI DI SPRECO.

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    12 Settembre 2014 - 11:11

    l'italia in un vicolo cieco stretto col vincolo del 3% da rispettare costi quel che costi l'italia non può ripartire perchè occorre ridurre pressione fiscale e contributiva cose che fanno sforare nell'immediato ma porterebbero benefici alla media distanza allora che ha ragione renzi non può fare le riforme perchè padoan boccia renzi draghi boccia renzi il manicomio italia è servito

    Report

    Rispondi

  • encol

    11 Settembre 2014 - 18:06

    Io che non sono Draghi ma conosco questi soggetti per deformazione professionale, ho scritto dal giorno che si è impoltronato : "è un venditore di pentolame" - E così è - Abbiamo aggiunto altri mega danni a quelli dei suoi due predecessori NON eletti.

    Report

    Rispondi