Cerca

Le novità

Fisco, ecco i nuovi controlli elettronici e lo "schedario" dei contribuenti

Fisco, ecco i nuovi controlli elettronici e lo "schedario" dei contribuenti

Il Fisco cambia volto. Almeno sul fronte dei controlli. Il governo sta lavorando ad un piano per affrontare il problema dell'evasione fiscale e cercare dunque di recuperare risorse per le casse del Tesoro. La mossa di palazzo Chigi mira ad un inasprimento dei controlli soprattutto aumentando le transazioni elettroniche e i pagamenti. Un caposaldo del piano ovviamente è l’aumento del ricorso alla moneta elettronica, che per Rossella Orlandi "ha un impatto positivo sulla riduzione del sommerso e sull’evasione fiscale, oltre che sul costo di gestione del contante che è di 4 miliardi l’anno per il settore bancario e 8 miliardi l’anno per il sistema paese". In questo caso il vantaggio per il Fisco è quello della tracciabilità dei pagamenti, che però, spiega sempre la Orlandi, "deve comportare un significativo vantaggio" per i contribuenti.

Fatturazione elettronica - Il secondo passo è la fatturazione elettronica in tutte le transazioni. Oggi l’obbligo è in vigore soltanto nei rapporti tra imprese e pubblica amministrazione, ma l’intenzione è quella di estenderlo anche a tutti i rapporti tra imprese. Spariranno quasi certamente gli scontrini cartacei, ma non spariranno del tutto i registratori di cassa: soltanto che diventeranno dei tablet o dei laptop, in grado di registrare le transazioni effettuate e di inviarle in tempo reale al Fisco. Nei giorni scorsi il direttore dell’Agenzia, Rossella Orlandi, ha partecipato a un’audizione parlamentare in cui ha delineato questo futuro sistema.

Lo schedario - In cui attraverso l’informatica si riuscirà ad aumentare in modo strutturale e non aggressivo quella che viene definita la compliance (ovvero l’adesione spontanea) dei contribuenti. Infine arriverà una sorta di "schedario del Fisco", un'enorme banca dati con tutti i dati di tutti i contribuenti. Si tratta del progetto "Vista unica del contribuente". L’intenzione è quella di creare un file contenente tutte le informazioni in possesso del Fisco su di un singolo contribuente: redditi, utenze, passaggi di proprietà, rapporti bancari, spese sostenute.  

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • emilb

    18 Febbraio 2015 - 07:07

    Totalmente impazziti...stanno portando l'italia ad un mercato nero parallelo...come lo e' stato per tutti i paesi del socialismo reale... .emil-b

    Report

    Rispondi

  • RULI5646

    15 Ottobre 2014 - 11:11

    I nuovi controlli naturalmente saranno solo x i FESSI di Sempre: Naturalmente i Magistrati è PROIBITO CONTROLLARLI, Idem x i POLITICI, Idem x le CASTE che a vario titolo spadroneggiano in Italia, dei GRANDI BUROCRATI di Stato nemmeno a parlarne..... insomma leva questo e leva quello in quanti siamo rimasti "APERTI" x i CONTROLLI ?

    Report

    Rispondi

  • criticone

    07 Ottobre 2014 - 06:06

    vorrei sapere perchè non si controllano i patrimoni ed il modo in cui si sono evoluti.mi sembra tanto semplice invece di inventarsi nuove strategie.si può far tutto quindi procedete avete le capacità e la tecnologia sfruttatela.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    05 Ottobre 2014 - 11:11

    Da anni ogni governo che arriva annuncia, con la banda in testa, una rivoluzione negli accertamenti. Poi? Il nulla!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog