Cerca

Il sondaggio

Tfr, due lavoratori su tre non lo vogliono in busta paga

Tfr, due lavoratori su tre non lo vogliono in busta paga

Due italiani su tre, messi di fronte alla scelta se riscuotere subito il Tfr o accantonarlo, preferiscono quest'ultima soluzione. E' questo il risultato del sondaggio Ipso pubblicato su Affari Italiani che rivela anche come la maggiore preoccupazione, per il 69% degli intervistati, sia legata alla possibilità di una tassazione maggiore, il 67% teme per la perdita di una forma di risparmio anche se forzosa, il 50% non ritiene che la distribuzione mensile del Tfr costituisca un aiuto per le famiglie mentre il 60% dichiara di non credere che questo eventuale provvedimento possa rilanciare i consumi.
Tra quel 30% di lavoratori che si orientano verso la riscossione immediata della quota di Tfr, spicca il numero degli impiegati. Mentre, viceversa, tra gli operai, è ancora maggiore la quota di chi preferisce l’accantonamento del Tfr e si dichiara contrario alla distribuzione mensile in busta paga.
Affari Italiani fa notare la differenziazione delle risposte rispetto al reddito familiare. In tutti i livelli, la maggioranza si conferma per la continuazione del sistema com’è ora, ma nelle due categorie estreme, i più “poveri” (meno di 15.000 euro all’anno) da un verso e i più “ricchi” (più di 50.000 euro l’anno) dall’altro, si rileva un’accentuazione relativa (che raggiunge il 41%) per l’erogazione mensile del Tfr.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fepi65mi

    11 Marzo 2015 - 10:10

    Fregatura o no il tfr è sempre stato un qualcosa da riscattare alla fine dell'attività lavorativa, lo dice la stessa parole trattamento fine rapporto. Ora se a qualcuno serve, perchè messo alle strette dalle tasse dei nostri politicanti per carità fateglielo prendere.Non si dica però che dare ad una persona i suoi soldi , cioè che gli spettano di diritto, sia un aiuto ! Che presa in giro.

    Report

    Rispondi

  • encol

    16 Ottobre 2014 - 14:02

    2 su 3 sono persone intelligenti. Ma i conti del ganasa così non tornano perchè confida sul TFR come confidò sugli 80Euro. Sarà un secondo FLOP e la finanziaria appena scritta già è da buttare.

    Report

    Rispondi

  • encol

    07 Ottobre 2014 - 09:09

    Fanno bene a non volerlo è una MEGA-FREGATURA sia per il dipendente che per le aziende . Anzi per il dipendente sarà una doppia fregatura perchè le aziende fallite, causa TFR in busta,, non avranno necessità di avere alcun dipendente.

    Report

    Rispondi

    • selenikos

      08 Ottobre 2014 - 18:06

      ma lei sa come funzionano le aziende? Ha mai lavorato?

      Report

      Rispondi

blog