Cerca

Legge di stabilità

Manovra, Irap ridotta per le imprese e zero contributi per chi assume

Manovra, Irap ridotta per le imprese e zero contributi per chi assume

Liberi professionisti con Partita Iva e imprenditori: sono loro che con la legge di Stabilità presentata ieri da Matteo Renzi sembrano guadagnarci. Nel documento è infatti prevista l'introduzione del regime forfettario Iva per circa 900 mila lavoratori autonomi che hanno un fatturato inferiore ai 15 mila euro, ma la notizia più importante che stavano aspettando le imprese è quella del taglio dell'Irap, una tassa considerata dagli imprenditori ingiusta perchP oltre ad essere calcolata sul reddito prodotto dall'impresa si paga anche sui costi del personale. Ebbene la manovra di Renzi renderà il costo del lavoro integralmente deducibile dalla base imponibile Irap che si traduce in un risparmio per le aziende di 5 miliardi di euro. Non solo. La misura si aggiunge alla riduzione del 10% sulle aliquote Irap già in vigore da maggio. Il Messaggero ha fatto alcune simulazioni e risulta chiaro che più dipendenti si hanno, maggiori saranno i benefici: fino al 65% di risparmi di imposta per le imprese medio-grandi, il 35% per le Pmi, il 9% per le piccole e piccolissime imprese. Per le ditte individuali e i liberi professionisti il risparmio sarù di circa 600 milioni. Secondo i calcoli di Repubblica, una azienda, a fronte di una retribuzione lorda di un dipendente da 30 mila euro, potrà risparmiare circa 800 euro all’anno.

Ci sono poi le agevolazioni e gli sconti per le aziende che assumeranno con il "contratto a tutele crescenti", quello che spazza via l'articolo 18 per le motivazioni economiche, salvo valere per i licenziamenti discriminatori e ingiustificati: per i primi tre anni le imprese pagheranno contributi zero. Ovviamente per sapere quando scatterà lo sconto bisognerà aspettare il via libera al Jobs Act che deve essere approvato dalla Camera e del quale devono essere scritti i decreti attuativi. Il Messaggero riporta la simulazione del Caf Cisl su uno stipendio di 25 mila euro lordi l'anno: ebbene l'imprenditore potrà risparmiare tra i 7.500 e i 10.600 euro l'anno per ogni nuovo assunto. Sul fronte dei dipendenti, per il 2015, viene confermato il celebre bonus da 80 euro, che altro non è che un “sconto” Irpef destinato ai lavoratori dipendenti che guadagnano fino a 1500 euro al mese. Il costo è complessivamente di circa 9,5 miliardi. Per sostenere le famiglie con figli arriva invece un sostegno fino al terzo anno di età, pari a 500 milioni. Per la ricerca e lo sviluppo sono stati stanziati 300 milioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mina2612

    16 Ottobre 2014 - 12:12

    Se non ci sono le coperture perchè non rivedere quel condono della vergogna sulle slot machines? Secondo la Guardia di finanza, e per la richiesta del pm che si occupava del caso, il conto da saldare era quindi di circa 90 MILIARDI DI EURI, ma Corte dei Conti non la pensava così e decise di accogliere la richiesta subordinata di 'appena' 2,5 miliardi di euro.  Quante finanziarie si farebbero?

    Report

    Rispondi

  • morello

    16 Ottobre 2014 - 11:11

    Mi sembra un articolo troppo enfatico e con qualche forzatura . Intanto cominciamo col dire che NON E' vero che rispetto al 2014 c'e una riduzione di tasse di 18 Mdi poiche ' 9,5 sono la ripetizione del bonus di quest'anno. Per quanto riguarda l?IRAP la componente totale del lavoro è di oltre 10 Mdi quindi 5 ne coprono solo una parte. meno di 80€ a dipendente per alcune industrie.

    Report

    Rispondi

  • mis25

    16 Ottobre 2014 - 11:11

    i dipendenti statali come al solito rimarranno super protetti

    Report

    Rispondi

  • wall

    16 Ottobre 2014 - 10:10

    Leggo e sento solo che si trovano i soldi!! I miei genitori mi hanno sempre detto che i soldi non si trovano. Non sento da parte del governo un blocco totale di tutte le tariffe delle bollette luce gas e telefono e tasse locali e statali; affitti al 50% per legge e detassare tutti quelli che mettono a disposizione le case in affitto!! Tutto fino a crisi economica...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog