Cerca

Pronto un decreto legge

Rca auto, l'assicurazione per auto e moto costa di meno con le scatole nere e le revisioni preventive

Rca auto, l'assicurazione per auto e moto costa di meno con le scatole nere e le revisioni preventive

Automobili e moto meno care. Almeno per quanto riguarda l'assicurazione. Il governo si appresta infatti a varare la riforma della Rc Auto con un decreto o più probabilmente come parte del disegno di legge sulla Concorrenza. Secondo l'anticipazione del Corriere della Sera ci saranno sconti per gli assicurati virtuosi che sottopongano a ispezione preventiva il veicolo o installino le "scatole nere" su autovetture ma anche due ruote. Scatole nere che le compagnie di assicurazioni possono offrire ai propri clienti che si vedranno così ridurre il premio in misura minima prefissata e di accettare i risultati delle registrazioni come prova in giudizio. La stessa compagnia potrà proporre all'assicurato il divieto di cessione del diritto di risarcimento con conseguente riduzione del premio. Nei contratti dovrà essere chiaro come cambierà il premio in caso di bonus e di malus. Salta del tutto l' obbligo, previsto nel testo del governo Letta, di proporre clausole contrattuali per l'assicurato che prevedano prestazioni di servizi medico-sanitari e che comportino riduzione del premio. Così come non è più all'esame la decadenza del diritto di risarcimento in caso di richiesta presentata oltre 90 giorni dal fatto dannoso.

Tariffa unica - La nuova disciplina è stata curata dal sottosegretario allo Sviluppo economico, Simona Vicari (Ncd), ma è all'esame anche una proposta di legge d'iniziativa popolare, promossa da alcuni deputati del Pd campano, Leonardo Impegno e Valeria Valente, che punta all'applicazione di una tariffa unica su tutto il territorio nazionale. Le imprese assicurative dovrebbero far pagare il premio più basso previsto a tutti i contraenti e assicurati che non abbiano denunciato sinistri negli ultimi cinque anni, a prescindere da dove risiedano. L'iniziativa mira a combattere l'elevato prezzo delle polizze nei territori in cui si registra il più elevato tasso di incidentalità e di frodi assicurative, ma è stata bocciata dall'Ania che la considera contraria ai principi comunitari dal sottosegretario Vicari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ziociro0

    21 Febbraio 2015 - 16:04

    l'ho chiesto la scatola nera ma qui a Napoli costa sempre il doppio o triplo nei confronti di chi abita in altra regione dal lazio in sù da premettere senza nessun sinistro con un classe prima con tre AAA ma che andassero a fare in .......

    Report

    Rispondi

  • demetrio45

    15 Novembre 2014 - 11:11

    obbligo di installare le scatole nere x tutti. chi non lo vuole fare il doppio del premio assicurativo. io l'ho messa e questo e il primo anno sto aspettando cosa devo pagare.

    Report

    Rispondi

    • blues188

      15 Novembre 2014 - 14:02

      Quindi tu prima hai accettato le clausole (ignote) e hai accettato di inserire la scatola nera sulla tua auto e solo dopo, ben dopo, chiedi quanto costa di meno, mettendoti a disposizione del 'ben volere' della compagnia assicurativa. Ho capito bene? Sei uno dei pochi che si fida ciecamente delle assicurazioni. Bravo, come trinariciuto sei in gamba! Napolitano sarebbe fiero di averti tra le fila!

      Report

      Rispondi

  • vannisala

    15 Novembre 2014 - 11:11

    per alvit- chi scrive è un terrone che in circa 50 anni di guida non ha mai causato un incidente (da anni è in 1 classe RCA). Gente come te andrebbe bandita dai form.

    Report

    Rispondi

    • blues188

      15 Novembre 2014 - 12:12

      Ma va, sei un terrone e si vede che sei in malafede da ciò che scrivi. Sai benissimo che le truffe arrivano tutte da lì, dal tuo Sudde ma fai finta di non saperlo. Che tu sia in classe 1 non significa niente. puoi essere scappato dopo aver fatto danni. Gennariè, vai a renderti utile, valà! Certa gente non andrebbe accettata a fare commenti idioti!!

      Report

      Rispondi

  • alvit

    15 Novembre 2014 - 09:09

    i terroni, truffatori d'esperienza, devono pagare le assicurazione anche venti volte in più di quello che si paga al nord. Per colpa loro e dei terroni saliti al nord, con la valigia di cartone e dove hanno importato le truffe, ci fanno pagare aumenti illogici e vessatori. Chi non causa o non fa incidenti, e si possono constatare, non dovrebbero pagare l'assicurazione.

    Report

    Rispondi

    • ego1

      15 Novembre 2014 - 11:11

      per alvit---------Lei è persona (?) di infima cultura, infima educazione e bssissimo quoziente intellettiuale. Immagino che tutte queste belle qualità siano rappresentate nella sua condizione sociale. Un elemento come lei deve essere emarginato dalla società civile (e da questo forum). Si vergogni

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog