Cerca

Conti in tasca

Isee, scatta il nuovo "riccometro": penalizza chi ha la casa di proprietà

Isee, scatta il nuovo "riccometro": penalizza chi ha la casa di proprietà

Avere una casa di proprietà per lo Stato è un lusso. Da oggi il nuovo Isee sbarca in Gazzetta Ufficiale e nascerà grazie al controllo incrociato con le banche dati dell’amministrazione fiscale, in parte perfezionato nel calcolo dell’effettiva ricchezza. Rispetto al passato saranno penalizzati soprattutto i proprietari degli immobili. Il tutto per via dell’effetto collaterale del passaggio dall’Ici all’Imu: con l’aumento delle basi imponibili, che ha fatto impennare del 60% il valore degli immobili, ci sarà una ricaduta negativa sul conteggio finale per chi ha un appartamento di proprietà. Dall’anno prossimo, infatti, la casa di proprietà peserà nell’Isee in base al valore ai fini Imu e non più in base a quello misurato dall’Ici. Chi però ha ancora il mutuo da estinguere, potrà ottenere un vantaggio: infatti nel nuovo Isee, il debito residuo con la banca va sottratto dai calcoli. 

Banca e gli investimenti - Ma le cattive notizie non finiscono qui. Anche gli investimenti in titoli, azioni o obbligazioni saranno penalizzati. Insieme ai risparmi sul conto corrente. Una delle novità del nuovo Isee, infatti, è la verifica del saldo presente in banca. Ma la differenza rispetto al passato è che se tali risparmi e investimenti prima non venivano considerati se inferiori a 15mila euro, oggi invece la soglia si abbassa a 6mila euro. Insomma di fatto chi ha una casa di proprietà e qualche risparmio sul conto corrente verrà considerato "ricco" e ne pagherà le conseguenze come sempre col fisco...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pasquino del3mi

    20 Marzo 2015 - 06:06

    Spero che gli italiani seri li mandino a spasso, a vita, questi signori, boriosi, corrotti, sanguisughe, capaci solo di distruggere questo paese

    Report

    Rispondi

  • fepi65mi

    17 Marzo 2015 - 21:09

    qulalcuno ricorda mai che gli italiani han cominciato a comperar casa quando le case popolari non c'erano o i tempi di attesa erano esasperanti?? ora la casa comprata per sopperire ad una inefficienza è lusso?? presto detto...vendiamo tutti e case assegnate a tuttiiiii gli italiani che fanno sta scelta

    Report

    Rispondi

  • wall

    26 Novembre 2014 - 09:09

    Tutto calcolato in quanto se la maggioranza è proprietario della sua casa dove in Italia è il principio fondamentale che la casa è come la patria il calcolo isse sarà sempre a vantaggio degli "altri" che identifico come tribù e comunitari. Il modello isse deve essere di due tipi uno nazionale e uno extracomunitario in quanto si terrà conto anche del ricco della tribù.

    Report

    Rispondi

  • muneto

    20 Novembre 2014 - 17:05

    Fortuna che questo governo le tasse le,ha diminuite .......

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog