Cerca

La mossa

Pensioni, il governo studia un tetto per quelle alte

Pensioni, il governo studia un tetto per quelle alte

Ancora un'altra riforma sulle pensioni. Questa volta nel mirino del governo c'è la legge Fornero. Ricordata come una sorta di piaga per tutti i pensionati, nelle pieghe favorisce alcune categorie. I privilegiati della legge Fornero sono i magistrati, i docenti universitari e i funzionari dello Stato che in futuro saranno titolari di un assegno d'oro per quanto riguarda le pensioni. Il governo ha deciso di intervenire per fissare un tetto al suo futuro assegno. La correzione alla riforma Fornero sarà inserito con un emendamento alla legge di Stabilità, ma con tutta probabilità sarà calibrato per evitare effetti collaterali negativi per coloro che per effetto della stessa riforma - ed in particolare all’abolizione della pensione di anzianità - sono stati costretti a restare al lavoro più di quanto avrebbero desiderato. 

Tetto sulle pensioni d'oro - Il ritocco alle regole pensionistiche con le quali sono stati messi in sicurezza i conti della previdenza, nasce da una segnalazione dell’Inps ed è fortemente voluto dalla presidenza del Consiglio, che sarebbe pronta a muoversi anche senza attendere una precisa quantificazione degli effetti finanziari da parte della Ragioneria generale dello Stato. Nello specifico, si parla di una modifica che introduca un vero e proprio tetto massimo per le pensioni più ricche. Pertanto, per quei lavoratori che decidono di rimanere in servizio fino ai 75 anni nonostante abbiano raggiunto i 40 anni di anzianità contributiva, il limite all'assegno pensionistico non sarà superiore all'80% del valore dell'ultimo stipendio e, quindi, senza un incremento progressivo della pensione.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruscoloni

    bruscoloni

    26 Novembre 2014 - 08:08

    E quali sarebbero le pensioni d'oro? Al momento, da un anno, chi supera i 90mila già paga il contributo di solidarietà

    Report

    Rispondi

  • ilsognodiunavit

    25 Novembre 2014 - 19:07

    Parlano forse di quella di amato e compagnia , oppure le 550,00€ che sono troppi.

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    25 Novembre 2014 - 17:05

    I privilegiati della legge Fornero resteranno privilegiati anche dopo la legge di stabilità, ci possiamo scommettere. Ma Renzi potrà dire di averci provato e reclamerà la sua bella figura, anche se non ne uscirà nulla.

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    25 Novembre 2014 - 13:01

    Fanno tutte le elucubrazioni da azzeccagarbugli... non era meglio eliminare le tasse sella casa alle pensioni minime e sospenderle ai disoccupati? Sono una massa di buoni a niente capaci di tutto...

    Report

    Rispondi

    • Chry

      26 Novembre 2014 - 03:03

      Si, ma se ricordi berlusconi si oppose, togliere le tasse per imeni abbienti era una proposta di legge del governo Letta, naufragata per la volontà di Silvio di non far pagare i ricchi in favore dei poveri, una misura equa che Berlusconi prontamente ha ostacolato

      Report

      Rispondi

blog