Cerca

Allarme europa

Grecia verso il voto anticipato: Atene crolla, -12,78% e trascina l’Europa

Grecia verso il voto anticipato: Atene crolla, -12,78% e trascina l’Europa

Una bomba greca potrebbe esplodere in Europa lasciando macerie anche in Italia. Le Borse europee peggiorano a metà seduta sotto la spinta del caso greco con il paese verso le elezioni presidenziali anticipate al 17 dicembre, e la scelta del premier Samaras di candidare l’ex commissario Ue Stavros Dimas alla presidenza, la borsa di Atene registra una caduta dell’11%. La scelta dell’esecutivo greco crea timore sui mercati per il rischio che porti alla caduta dell’esecutivo di unità nazionale e ad elezioni anticipate in cui il blocco di sinistra anti-riforme di Syriza sarebbe il favorito. Non aiuta l’apertura negativa di Wall Street (-1% il Dow Jones) incerta tra le notizie europee e il crollo del mercato azionario cinese (Shanghai - 5,4%) il peggiore dal 2009. Soffrono le banche e Milano è la peggiore (-2,2%) con Madrid (-2,6%). Non fanno molto meglio Parigi (-2%) e Francoforte (-1,9%).

Paura in borsa - A Piazza Affari si spegne subito lo sprint di Mps: il titolo, unico bancario positivo in mattinata nel paniere delle blue chips rappresentato dall’indice Ftse Mib (-1,7%), segnava un rialzo del 4,5% a 0,62 euro. E ha poi rallentato a +0,17%. Bce ha infatti scritto alle principali banche già sottoposte a stress test per verificare i criteri di contabilizzazione delle extra rettifiche emerse dai risultati dell’Aqr (Asset quality review) nei bilanci del 2014, come riportato da Il Sole 24 Ore e il Messaggero. Insomma a quanto pare l'instabilità greca potrebbe nuovamente avere un effetto tsunami sull'Europa. E Matteo Renzi come lo stesso Pier Carlo Padoan guardano con preoccupazione verso Atene. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • AG485151

    10 Dicembre 2014 - 20:08

    Hanno appena detto e scritto che l'Italia dovrebbe prendere a modello al Grecia e la Spagna che ci stanno surclassando per la rapidità e incisività delle riforme e adesso ci dicono che la Grecia , un'economia che vale molto meno della Lombardia , fa tremare tutta l'Europa . Così le borse scendono , e gli squali comprano ; poi le borse risalgono e gli squali vendono .

    Report

    Rispondi

  • stefano1960

    10 Dicembre 2014 - 07:07

    ma si....speriamo di uscire da questo sistema che ci ha rovinato..sotto tutti i punti di vista..meglio prima!!!

    Report

    Rispondi

  • encol

    10 Dicembre 2014 - 07:07

    Non sarà solo la Grecia ma ci sarà di certo anche il nostro pesante contributo. E' la ragione principale per cui la Merkel vuole mollare la UE.

    Report

    Rispondi

  • apostrofo

    10 Dicembre 2014 - 01:01

    Le più preoccupate saranno alcune grandi banche di Germania e Francia che, dopo aver già dimezzato gli enormi crediti con la Grecia, ora vedono in pericolo anche il rimanente 50%. Se l'Europa vorrà di nuovo "salvarla" lo farà con i fondi dei paesi dell'euro (quindi anche i nostri), come già in passato. Ricordate le tenere immagini della Merkel e Sarkozy insieme ... ?

    Report

    Rispondi

blog