Cerca

Jobs Act

Licenziamento economico, come calcolare l'indennizzo

Licenziamento economico, come calcolare l'indennizzo

Il primo decreto attuativo del Jobs Act, che andrà domani 23 dicembre all'esame del Consiglio dei ministri per l'approvazione, definisce anche i criteri per il calcolo degli indennizzi in caso di licenziamenti economici, ovvero quelli operati dalle aziende in difficoltà economica. Nel decreto vengono fissati tre scaglioni in base alle dimensioni dell'azienda che opera il licenziamento. Per quell che hanno meno di 16 dipendenti, si calcolerà mezzo stipendio mensile per ogni anno di anzianità di servizio, con un tetto massimo di sei mensilità. Per le aziende che hanno tra i 17 e i 200 dipendenti, si calcolerà ai fini dell'indennizzo una mensilità e mezzo per ogni anno di anzianità. L'indennizzo totale non potrà comunque superare i due anni di stipendio. Per le aziende con più ddi 200 dipendenti, le mensilità per anno di servizio dovrebbero salire a due o comunque dovrebbe scattare un meccanismo che renda più alta la somma da pagare. In questo caso, l'entità complessiva dell'indennizzo non potrà superare i 4 anni di stipendio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • remichele

    24 Dicembre 2014 - 06:06

    Volevo sapere, ma se una azienda e in crisi magari non sta pagando gli stipendi da qualche mese è manda a casa dei dipendenti ,come farà a pagare i famosi stipendi in futuro se la ditta e in crisi ? E una grande porcata in questa maniera all'aziende conviene chiedera il fallimento.

    Report

    Rispondi

  • psicologio

    23 Dicembre 2014 - 23:11

    Licenziament Act.

    Report

    Rispondi

  • bubu1959

    23 Dicembre 2014 - 16:04

    I lavoratori italiani prima di questa porcata di legge erano distinti in lavoratori di serie A (i pubblici mai licenziabili anche se vagabondi ) e lavoratori di serie B (privati senpre licenziabili). Ora il fattucchiere ha ulteriomente diviso quelli di seri b in tre sottocategorie licenziati poveri, benestanti e ricchi. Povera Italia e poveri noi!

    Report

    Rispondi

  • pestifero

    23 Dicembre 2014 - 14:02

    Perché queste disparità tra piccole aziende e grandi? Forse pagano meno bollette? Forse mangiano meno? Ho sempre avuto dubbi su Renzi, da quando è entrato in parlamento senza voti poi mi ha dimostrato cosa sia la democrazia in Italia, una parola senza senso...

    Report

    Rispondi

blog