Cerca

Pubblicità ingannevole

L'Antitrust multa quattro aziende di patatine fritte per pubblicità ingannevole

L'Antitrust multa quattro aziende di patatine fritte per pubblicità ingannevole

Multe salate sulle patate bugiarde. L'Antitrust ha inflitto multe per diverse centinaia di migliaia di euro a quattro aziende produttrici di patatine fritte. In particolare a pagare per aver truccato le patate nei loro spot sono la San Carlo con 350 mila euro, l'Amica Chips con 300 mila euro, la Pata con 250 mila euro e Ica Foods con 150 mila.

Le accuse - Le contestazioni dell'Antitrust si sono concentrate sulle immagini suggestive e le diciture associate alle patatine fritte spacciate per artigianali, quando sono palesemente prodotti industriali. Sugli ingredienti tutte le aziende in qualche modo mentivano, dichiarando una scarsa presenza di grassi. Un dato inferiore ai minimi consentiti o non rapportato a una quantità definita di prodotto. C'erano anche patatine vendute con proprietà salutistiche che, secondo l'Antitrust, risultavano controverse e senza riscontri scientifici, oltre che non autorizzate dalla Commissione europea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog